BI24_2010/2020_DALLA POLIZIA PENITENZIARIA. Carcere: ancora un vile attacco di un detenuto, due agenti finiscono all’ospedale

Ancora un episodio di violenza, ancora agenti della Polizia Penitenziaria feriti, nei giorni scorsi, all’interno del carcere di Biella. Un detenuto che già in passato si era reso protagonista di aggressioni nei confronti del personale, infatti, mentre si trovava presso l’Ufficio della Sorveglianza ha attaccato vilmente un ispettore ed un assistente capo, procurando loro una prognosi di dieci giorni, prima di iniziare a distruggere tutto.
“All’amministrazione vanno le nostre rimostranze – commenta Raffaele Tuttolomondo del Sinappe – perché una situazione del genere, di grave pericolo, non dovrebbe accadere in uno Stato di diritto. Il troppo permissivismo e il mancato turnover del personale, che ha ridotto gli organici ai minimi livelli, hanno portato ad una degenerazione dell’ambiente carcerario in cui, purtroppo, episodi di questo genere sono all’ordine del giorno. Chiediamo a gran voce l’intervento del Governo, affinché gli Istituti penitenziari vengano gestiti in maniera adeguata e la sicurezza torni ad essere la priorità, a tutela dei poliziotti e nel rispetto del loro servizio”.

I commenti sono chiusi.