BI24_2010/2020_IN POCHE PAROLE. Felice Vecchione: “Quello dei benzinai è uno sciopero assurdo. Anzi: uno sciopero politico”

_Felice Antonio Vecchione
Quello dei benzinai è lo sciopero più assurdo: non si capisce cosa vogliono. Gli onesti non hanno nulla da temere, i problemi dei gestori delle pompe ci sono da decenni, mai risolti. Chissà perché il governo, fresco fresco, si deve prendere tutte le colpe: non fatemi credere che le speculazioni delle compagnie non esistono! Per me è solo uno sciopero politico. Intanto le pompe hanno già venduto la benzina che serve per riempire il serbatoio.

I commenti sono chiusi.