BI24_2010/2020_DAL CIRCONDARIO. Candelo: domani pomeriggio, in biblioteca la presentazione di “Terzine di sangue” di Pavignano

Domani, sabato 21 gennaio, dalle 17, presso il Centro culturale Le Rosminiane, dove ha sede la Biblioteca Civica di Candelo, nella sala degli affreschi “Robiolio”, Giulio Pavignano presenterà il suo nuovo libro “Terzine di sangue”, un thriller nel quale si intrecciano la Firenze di oggi e quella di Dante, i personaggi del poema e il percorso delle indagini.
“La vicenda – racconta l’autore – si svolge nell’anno dantesco 2021. Lapo Manetti, insegnante fiorentino di liceo e grande appassionato di Dante, viene coinvolto dal fratello Guido, agente di polizia, nelle indagini su un misterioso delitto: una ragazza è stata uccisa nella propria abitazione e sul suo computer l’assassino ha lasciato alcuni versi della Divina Commedia, riferiti a un personaggio che ha lo stesso nome della vittima. Un successivo messaggio comunica che non si è trattato di casualità, ma di una agghiacciante sfida che l’autore del crimine lancia alle forze dell’ordine. Lapo viene quindi inserito nella squadra che ha il compito di fermare il serial killer: inizia così una corsa contro il tempo, durante la quale si intrecciano la Firenze di oggi e quella di Dante, i personaggi del poema e il percorso delle indagini, a cui il professore, con la sua cultura letteraria, fornirà un contributo decisivo”.
Giulio Pavignano è nato nel 1968 a Biella, dove ancora oggi vive e lavora. Laureato in Magistero, è insegnante di lettere alla scuola media. Appassionato di storia medievale, si è occupato in particolare delle eresie medievali, pubblicando nel 2007 il saggio “Dolcino, l’ultimo eretico” (Edizioni Ieri e Oggi). L’autore dialogherà con il professor Enrico Martinelli. Letture a cura di Carlo Cantone e Laura Zona. Enrico Martinelli vive a Biella. Per anni docente di italiano e latino presso il Liceo A. Avogadro, neo Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Vigliano Biellese, è attore teatrale da oltre vent’anni ed ha collaborato con diverse compagnie teatrali del territorio, tra le quali I nuovi camminanti, Il teatro dello Zircone, e Rossovermiglio di Torino. Dirige Il coro Gocce di Rugiada di Tavigliano ed è Presidente di «Biella per Dante».
Carlo Cantone vive a Biella. La tentazione di provare a calcare il palcoscenico è giunta molto tardi. A partire dall’anno 2000 ha collaborato con alcuni compagni di lavoro fondando il gruppo “Gli Sbancati” mettendo in scena atti unici e/o numeri di cabaret Successivamente ha recitato in diverse compagnie teatrali del territorio tra le quali I nuovi camminanti, Il teatro dello Zircone, I Candelotti e Storie di Piazza.
Laura Zona vive a Biella dove ha lavorato come infermiera per quarant’anni. In ambito sanitario ha conseguito il master in Medicina Narrativa Applicata. In qualità di attrice si è formata alla scuola di Renato Iannì e ha collaborato con Ars Teatrando. In qualità di lettrice ad alta voce, collabora col canale MetaHumastica TV e con l’Associazione “Apri”. Chi vuole conoscere l’autore Giulio Pavignano e parlare del suo romanzo può partecipare all’appuntamento di sabato 21 pomeriggio. Il Centro culturale Le Rosminiane si trova in Matteotti 48, con parcheggio in Via Cerventi 29. L’ingresso è libero.

I commenti sono chiusi.