BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Zambaia, Lega: “Una piazza o una via in tutti i Comuni, per promuovere il rispetto dei Diritti umani e civili”

Approvato dall’aula del Consiglio regionale l’Ordine del giorno “Promuovere l’intitolazione, nei comuni piemontesi, di piazze dei diritti umani e civili”. “Un atto di indirizzo – ha spiegato all’aula il consigliere regionale del gruppo Lega Salvini Piemonte Sara Zambaia, vicepresidente del Comitato per i diritti umani e civili – presentato appunto su impulso del Comitato regionale, con un unico grande obiettivo: cercare di rendere concreto l’ideale dei diritti umani. Temi dei quali ci occupiamo quotidianamente, ma che spesso sono avvertiti come una entità astratta dalla società”.
“Eppure parliamo di diritti tangibili – ha aggiunto Zambaia -, perché riguardano la sfera più intima dell’individuo e il destino di interi popoli o nazioni: basti pensare alle condizioni delle donne iraniane, di quelle afgane o di quelle dei Paesi africani. Un significato che abbiamo racchiuso in questo Ordine del giorno inviando un messaggio ai nostri amministratori locali, perché intitolino simbolicamente una piazza, una via o un qualunque luogo del loro comune ai diritti umani, in modo che siano fissati nel tempo nel loro profondissimo e universale significato”.

I commenti sono chiusi.