BI24_2010/2020_DAL BASSO BIELLESE. Salussola: la dottoressa Pamparana saluta, “Emozione”. Il sindaco Chioda: “Grazie”

“Nel ringraziare la dottoressa Stella Pamparana per il lavoro svolto nel nostro comune con tanta dedizione, volevo rendere noto che ci sarà una continuità assistenziale garantita dall’Asl, con l’ambulatorio delle cure primarie che si troverà sempre presso il centro San Rocco, in attesa del nuovo medico di base. La soluzione è provvisoria, ma già sperimentata in altre realtà territoriali e con grande successo. Nel frattempo sono state avviate tutte le procedure con la Regione, per la copertura di un posto nel più breve tempo possibile e di questo ringrazio molto la direzione del distretto di Biella per la loro solerzia e aiuto in questo momento di cambiamento… L’ambulatorio delle cure primarie, sarà attivo a Salussola tutti i giorni feriali dalle 9 alle 11, previa prenotazione al numero 015.15159475.
“Per poter prenotare, occorre telefonare dalle 8 alle 11, oppure dalle 14 alle 15 e saranno garantite anche le visite domiciliari per i pazienti fragili. Voglio esprimere un grande ‘grazie di cuore’ alla dottoressa Pamparana per la professionalità, la competenza nel gestire il lavoro in un momento storico così particolarmente difficile e soprattutto per la grande umanità. Questo rende importante il ruolo dei sanitari, che si dedicano con passione e soprattutto con il cuore ai loro pazienti, regalando un pochino di serenità nell’affrontare la malattia o una fase difficile della vita”.
Con queste accorate parole, il sindaco di Salussola Manuela Chioda in questi giorni ha voluto salutare il medico condotto del suo paese, dottoressa Stella Pamparana, che termina la sua attività, o meglio, la trasferisce nelle mani dela nuovo Ambulatorio delle Cure primarie, che sarà attivo per la comunità, fino a quando non sarà reperito un nuovo medico “di famiglia. “Il mio ‘Grazie’ – è la risposta della dottoressa Pamparana – va ai cittadini di Salussola, Zimone e paesi limitrofi per l’accoglienza e la fiducia di questi anni. Sono felice di avervi aiutato in questo periodo davvero particolare, soprattutto il 2020… Porto con me, la soddisfazione di aver lasciato un buon ricordo per il lavoro svolto, i messaggi ricevuti in questo mese di saluti, gli abbracci e anche qualche lacrima di commozione…”.

I commenti sono chiusi.