BI24_2010/2020_DA ASAD BIELLA. Special Olympics invernali: gli atleti lanieri, tornano a casa con 8 ori, 6 argenti e 4 bronzi

Si è conclusa nei giorni scorsi, la prima parte delle gare ufficiali dei “XXXIV Giochi Nazionali Invernali Special Olympics”, a Sappada, che riprenderanno nel 2023, nel mese di marzo, dal 12 al 16 a Bardonecchia, località che ospiterà le discipline di sci alpino, snowboard e per la prima volta la danza sportiva. Presenti 34 team da tutta Italia che, alla Cerimonia di apertura, hanno preceduto l’ingresso delle bandiere e il momento protocollare più atteso, l’arrivo della torcia partita lo scorso 12 dicembre da Udine.
Presente il team di Asad Biella che ha visto impegnati 11 atleti nelle discipline delle ciaspole e dello sci di fondo, guidati da Davide Crispo, capo delegazione, e dai tecnici Gianfranco Preziosa, Laura Rondolotto e Martino Borrione.
Gli atleti lanieri, si sono distinti e, in particolare, nelle Ciaspole hanno ottenuto questi risultati: Roberto Penzo ha conquistato un oro nei 100 metri e 1 argento nei 50 metri; Marco Conti che ha conquistato un 4° posto nei 50 metri e un argento nei 100 metri; Marco Capra un oro nei 50 metri e un quarto posto; Paola Maffeo 1 argento nei 25 metri e un bronzo nei 50; Marco Bonadeo 1 oro nei 50 metri e 1 argento nei 100 metri; Simone Perona 1 oro nei 200 metri e un bronzo nei 400.
Mentre nello Sci di fondo i 5 atleti coinvolti si sono così piazzati: Luciano Maino, un oro nei 100 metri e un argento nei 50 metri; Roberto Cadoni, un oro nei 50 metri e un bronzo nei 100 metri; Francesco Maiorano, un bronzo nei 50 metri e un oro nei cento metri; Paolo Massazza, un argento nei 100 metri e un quarto posto nei 50 metri; Andrea Seffusatti, oro nella 5 km.
“Sono sempre molto soddisfatto della partecipazione dei nostri atleti ai Giochi Nazionali Invernali che rappresentano gare particolarmente dure, anche a causa delle condizioni atmosferiche” spiega Charlie Cremonte presidente di Asad Biella “i nostri ragazzi si sono distinti non solo per le medaglie vinte ma per la forza di volontà e per la voglia di stare insieme diventando di fatto loro stessi i primi agenti di integrazione e di inclusione. Un pensiero di ringraziamento va come sempre in queste occasioni ai nostri tecnici e ai volontari che rendono possibili questi eventi e alla comunità che ci accoglie e tifa per i ragazzi con grande spirito di partecipazione”.
Il commento di Davide Crispo, capo delegazione: “Siamo partiti mercoledì 14 dicembre in direzione Sappada con i nostri 11 atleti pronti per le gare e per sfidare le intemperie. Freddo e gelo però non hanno fermato i nostri ragazzi che si sono battuti sulle piste portando a casa un bel bottino di medaglie. Gli impegni atletici sono iniziati giovedì mattina con un -12 sul termometro ma un cielo limpido, è seguita la cerimonia di apertura con la sfilata per il paese di tutte le delegazioni. Il pubblico folto e scatenato ci ha sostenuto fin dal momento dell’accensione della fiaccola olimpica fino alla festa in piazza. Venerdì mattina sono iniziate le gare vere e proprie le prime sfide sui 50 metri di sci da fondo e di ciaspole. Non è stato facile per i ragazzi che hanno dovuto affrontare pioggia e neve sulle piste portando a casa già qualche importante medaglia; il sabato mattina la seconda parte di gare con un tempo più sereno e i nostri atleti sfidarsi nei 100 metri e 5 km tecnica classica di fondo. La giornata si è conclusa la sera con la festa di chiusura dei giochi, con fiaccolata musica e balli. La domenica mattina col termometro sempre a -12 gradi si è svolta l’ultima gara per Andrea Seffusatti 7,5 km (sci di fondo). Cinque giorni intensi belli pieni di sport e divertimento. Dopo due anni di stop, causa Covid, i ragazzi erano carichi e vogliosi di ritornare a fare sport!! Il freddo non li ha fermati!! Esperienza bellissima che ci mancava davvero tanto”.

I commenti sono chiusi.