BI24_2010/2020_DALLA VALLE CERVO. Miagliano: domani, all’ex lanificio “Botto”, lo spettacolo “Storie di gnomi e di fate”

Ha debuttato l’11 dicembre al Lanificio Botto di Miagliano, il piccolo spettacolo di Storie di Piazza dedicato ai bambini, dal titolo “Storie di Gnomi e di fate”. L’evento “La Fabbrica degli gnomi”, organizzato da Amici della lana con la complicità della Pro Loco e del Comune di Miagliano è l’ultimo fuoco d’artificio della stagione di Amici della lana che chiude la sua stagione grazie a Fondazione CR Biella e si proietta nel 2023 con molte idee.
L’evento iniziato con i Mercatini già dalle 10 del mattino, tra un sorso di thè o di vin brulè e una fetta di torta è stato inaugurato l’allestimento interno dedicato al magico mondo degli gnomi curato da Elisabetta Munini e Laura Rossi che ha anche creato i costumi di scena dello spettacolo pomeridiano. All’interno dello spazio denominato “Acquario” del Lanificio Botto si snoda un allestimento fatto di montagne, valli, trenini, casette e gnomi di varie dimensioni, il tutto magnificamente fiorito grazie a Floricultura Valle Cervo che ha fornito piante e fiori. L’allestimento è l’ideale seguito del “Bosco degli gnomi” che è visitabile in qualsiasi momento lungo la roggia di Miagliano.
La domenica 11 dicembre ha avuto un’ottima partecipazione di pubblico, sono passate 150 persone, di cui circa sessanta bambini, sparse nei 3 gruppi previsti al pomeriggio. I piccoli hanno seguito con grande attenzione le storie e si sono fatti incantare dai racconti e dalla bravura degli interpreti, attori, musicisti e cantanti diretti da Manuela Tamietti. Lo spettacolo ha divertito e fatto sognare anche i grandi, per cui, per gli affezionati che vogliano tornare, l’occasione nuova è quella di domani, domenica 18 dicembre, sempre nei tre orari pomeridiani: 15-16 e 17.
In scena Storie di Piazza con un nuovo titolo, tutto originale: Gli Amici degli gnomi! Scritto a varie mani dagli interpreti e dalla regista la cui idea è quella di mettere in scena una gnomonovela a puntate, in cui gli abitanti del piccolo popolo possano raccontare interessanti storie, curiosità, abitudini, aneddoti e la bellezza del bosco e del luogo in cui vivono. Non mancano mai i riferimenti al territorio, per conoscere meglio anche le nostre tradizioni, in puro stile Storie di Piazza.
Nella precedente avventura abbiamo scoperto Fata Melina, simpatica ma un po’ svampita e suo marito Pachino, addestratore di animaletti minuscoli; Anil, la cuoca dell villaggio che ha consegnato al pubblico la ricetta delle Miacce della Valle Cervo e ha rivelato alcune curiosità gastronomiche, tipo che i cavoletti di Bruxelles li hanno inventati gli gnomi. Gli Elfi del Grande Nord ci hanno allietato con la loro musica e anche i bambini hanno danzato sulle note del violino di Galaral. Poi abbiamo conosciuto la gnometta raccontastorie Delfina e fata Celandra, che canta bellissime canzoni. Per finire le due sorelle maghe, Vorfilia e Marrana, ci hanno mostrato il loro antro magico e fatto alcune magie per la tosse e per la luna storta. I bambini hanno anche scoperto l’albero della vita, un magico albero dei desideri posto al centro del palco e ammirato montagne di pacchi e di regali che, se tutto va bene, troveranno sotto l’albero a Natale.
Nella prossima puntata in cui saranno presenti Silke Battistini, Alessia Grippi, Veronica Morellini, Davide Tropeano, Luciano Tomasoni, Francesca Natale e Manuela Tamietti, ci saranno nuove storie e filastrocche e un amico speciale della valle: l’Om Salvey, personaggio leggendario, rivisitato per i più piccoli. Apertura del Mercatino alle 10, possibilità di ristoro caldo e dolcetti a cura della Pro Loco. I locali non sono riscaldati, per cui occorre coprirsi bene. Prenotazione obbligatoria al 351.8862836 (whatsapp), ingresso a 3 euro per le animazioni.

I commenti sono chiusi.