BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Gagliasso, Lega: “Approvata la legge sulla promozione e valorizzazione della filiera brassicola locale”

Un emendamento presentato alla Proposta di legge 137 “Promozione e valorizzazione della filiera agroalimentare brassicola regionale” dal consigliere saviglianese del gruppo regionale Lega Salvini Piemonte Matteo Gagliasso allarga la tipologia di coltivazioni che possono essere coinvolte per un settore in rapida espansione e sempre più apprezzato per la sua qualità qual è quello della birra piemontese.
“Non solo orzo o luppolo – commenta Gagliasso -, ma con questo mio emendamento, poi approvato dal Consiglio regionale, intendo valorizzare di quelle materie prime come il riso, la castagna, la patata, il miele, le ciliegie di Guarene o la pera Madernassa, che arricchiscono l’offerta delle birre artigianali piemontesi, sostenendo quindi la creazione o lo sviluppo di una filiera locale sempre più a chilometro zero”.
“A nome del gruppo della Lega – ha poi aggiunto il consigliere Gagliasso nel suo intervento d’aula – vogliamo ringraziare il capogruppo di Forza Italia Paolo Ruzzola per la sua sensibilità verso un settore, quello della birra artigianale piemontese, che negli ultimi anni ha visto un impetuoso aumento di produzione, di occupazione e di qualità. Merito di un percorso iniziato ormai trent’anni fa quando, grazie alla lungimiranza di alcuni imprenditori proprio della provincia di Cuneo, si è ricominciato a puntare su questa eccellenza, creando al contempo un indotto dell’imbottigliamento e del packaging florido e all’avanguardia”.
“Da vicepresidente della commissione Ambiente – ha poi concluso Gagliasso – prendo poi atto con soddisfazione degli sforzi fatti dai produttori di birra che negli ultimi anni sono riusciti a ridurre del 35,5% l’utilizzo di acqua, del 58,6% le emissioni di Co2 in atmosfera e del 26% l’energia consumata. Buone partiche che fanno bene alla nostra economia e all’ambiente, che è a tutti noi caro”.

I commenti sono chiusi.