BI24_2010/2020_DAI CARABINIERI/4. Cavaglià: Forestale in azione, per un uomo ed il suo cane aggrediti nei boschi. E’ stato un lupo?

Nei giorni scorsi, i Carabinieri Forestali di Sordevolo e Biella sono intervenuti a Cavaglià, per una segnalazione di predazione da lupo su un cane accompagnato dal padrone all’interno di un’area boscata. Il proprietario di un cane meticcio di piccola taglia, ha riferito ai militari che, durante una passeggiata mattutina, aveva lasciato il cane libero per sgambare e poi lo aveva sentito guaire e, avvicinatosi, aveva visto due molossi, verosimilmente lupi, che lo stavano aggredendo. Avvicinandosi col bastone a sua protezione, i due animali si erano fortunatamente allontanati.
Il cane, ha riportato una ferita superficiale della lunghezza di due centimetri sul fianco sinistro. Il sopralluogo del personale in servizio nel punto di attacco, non portava alla rilevazione di tracce che indicassero la presenza di uno o più lupi. Per quanto la modalità di aggressione non sia propria della predazione da lupo, animale che normalmente attacca direttamente alla giugulare, i veterinari ufficiali dell’Asl di Biella, anch’essi intervenuti in supporto ai militari, hanno proceduto all’effettuazione di tamponi al fine di valutare se si è trattato effettivamente di lupi.

I commenti sono chiusi.