BI24_2010/2020_DA ASAD BIELLA. Candelo: il 7 gennaio, al “Cinema Verdi” il docu-film sulle imprese sportive di Andrea Seffusatti

Acqua e neve sono gli elementi naturali di Andrea Seffusatti. E proprio sulla neve l’atleta biellese si è misurato con l’avventura delle avventure partecipando lo scorso 30 gennaio, alla Marcialonga 2022 di Fiemme e Fassa. Molto più di una gara, Andrea ha affrontato con la divisa dello ‘Sci Nordico Serravalle Scrivia’ la Regina del gran fondo percorrendo ben 45 km, da Moena a Predazzo, insieme a Vincenzo La Camera, suo mentore.
Andrea ha palesato grande forza e coraggio, dimostrando che i limiti non ci sono quando ci si allena con passione e dedizione e il racconto di tutto questo è diventato un docufilm dal titolo ‘La marcialonga di Andrea’ che è stato presentato in anteprima il 3 dicembre a Novi Ligure. Il 7 gennaio prossimo, la pellicola arriverà qui sul territorio Biellese e precisamente a Candelo (cinema Verdi), nell’ambito di una iniziativa che partirà già dal pomeriggio, alla piscina Rivetti, con un open day dedicato alla pallanuoto paraolimpica, con protagonista ‘Granda Waterpolo Ability’, la squadra con cui gareggia Andrea. Il programma nel dettaglio uscirà nei prossimi giorni.
La regia del docufilm e di Riccardo Bruno realizzato e promosso da ‘Correre per’. Andrea non si risparmia mai e lo dimostrano le 330 medaglie vinte nel corso dei suoi vent’anni di carriera, in molte discipline che ama sperimentare, una carriera iniziata proprio a Biella, fra le fila di Asad, con Charlie Cremonte come allenatore.
Andrea racconta così questa avventura: “Prepararmi per questa gara è stato impegnativo ma ho fatto tantissimi allenamenti con gli Sky Roll per migliora il fiato fiato e portare i muscoli alla forma perfetta” spiega Andrea “ma devo riconoscere che non ce l’avrei mai fatta senza il mio maestro Vincenzo, una guida paziente, saggia e determinata. Conservo ancora quelle emozioni incantevoli, la fatica c’è stata ma poi è passata”.
Charlie Cremonte, suo primo allenatore e presidente di Asad Biella e Sc Sportivamente dichiara: “Sono curioso di vedere questo corto che documenta la realizzazione di una gara così impegnativa fatta da Andrea. Lo ritengo a tutti gli effetti un nostro atleta avendo iniziato circa 20 anni fa da noi con Asad Biella, fui il suo primo tecnico e riconobbi fin da subito questa sua determinazione e questa sua forza. È uno degli atleti che ha sperimentato di più a livello di discipline e sempre con successo, il numero delle sue medaglie e dei risultati raggiunti, lo dimostra. Mi complimento e sono certo che ora ha trovato una sua dimensione sportiva che lo appaga e questo, per noi, è il riconoscimento più bello che possiamo avere del lavoro fatto dall’associazione”.

I commenti sono chiusi.