BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE. Marchioni, Atc: “Oltre sei milioni in arrivo dalla legge regionale 80: ringrazio l’assessore Caucino”

Buone notizie per Atc Piemonte Nord. E’ arrivata nei giorni scorsi la determina regionale che affida all’ente che opera a Novara, Biella, Vco e Vercelli uno stanziamento ulteriore – nell’ambito della legge 80, lettera B – inerente il programma di recupero e razionalizzazione di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica – di circa 6 milioni e 200 mila euro. I lavori nelle quattro province di riferimento di Atc Piemonte Nord dovranno necessariamente iniziare entro fine giugno 2023 e concludersi, poi, nel giro di 24 mesi. Una nuova iniezione di fiducia e soldi, dunque, da parte dell’attuale amministrazione regionale, che sin dal giorno del suo insediamento ha manifestato spirito propositivo nei confronti di tutte le Atc piemontesi e dei loro inquilini.
“Ringrazio l’assessore competente Chiara Caucino per le politiche di Welfare abitativo adottate in questi anni – commenta soddisfatto il presidente dell’Agenzia territoriale per la casa Marco Marchioni –: questi oltre 6 milioni ci consentiranno di mettere mano alla riqualificazione di un’altra fetta del nostro vasto, e in parte vetusto, patrimonio immobiliare, fino a una spesa di 50 mila euro per ogni unità abitativa come previsto dalla legge 80 lettera B. La collaborazione positiva con Caucino e la sua squadra assessorile – sottolinea Marchioni – è certamente un motivo di orgoglio per me, il mio staff e per tutta l’Atc.
L’elenco degli immobili del quadrante cui destinare le somme utili alla loro rigenerazione è già stato stilato a suo tempo e approvato dalla Regione. Il patrimonio di circa 15 mila tra alloggi, negozi e box gestito dall’Agenzia territoriale per la casa – conclude il presidente Marchioni – è di proprietà dello Stato: il suo riammodernamento con tecnologie e materiali innovativi va, pertanto, nella direzione di offrire agli inquilini un doppio obiettivo concreto: minori costi delle utenze e maggiore comfort abitativo”.

I commenti sono chiusi.