BI24_2010/2020_DALLA VALLE ELVO. Sordevolo: al “Mercatino degli Angeli”, si può visitare anche la mostra di Giorgio Marinoni

Collateralmente al ‘Mercatino degli Angeli’ di Sordevolo è aperta da sabato 19 la mostra di Giorgio Marinoni, pittore acquarellista, che tradizionalmente durante il periodo natalizio del Mercatino del centro della Valle Elvo, espone i suoi quadri alle sale del ‘Villaggi d’Europa’ in centro paese. Il cambio di location del ‘Mercatino degli Angeli’ da quest’anno presso l’anfiteatro tra le scenografie della passione, non ha cambiato l’abitudinaria mostra apprezzata dai critici e dal pubblico di uno degli artisti più in crescita nel panorama nazionale.
Giorgio Marinoni, infatti, dopo un periodo di studio e sperimentazione con varie tecniche ha raggiunto ormai da tempo la vera maturità artistica con i propri acquerelli realizzati secondo una tecnica che molte volte si discosta dal metodo classico, quasi a macchia di colore, proprio dell’ acquerello, verso un realismo anche nell’uso di pennello e colore quasi ‘fotografico’. Marinoni è conosciuto come ‘il pittore della neve’ nel solco della scuola pollonese di pittura alla quale appartiene e che da Delleani attraverso Bozzalla arriva al Placido Castaldi, vero fuoriclasse dei dipinti delle nostre montagne innevate, che Marinoni ha conosciuto, apprezzato e dal quale ha imparato alcuni risvolti.
Questa volta il senso di cambio e di ripartenza che anche il ‘Mercatino degli Angeli’ di Sordevolo ha nelle corde con il cambio di location è abbracciato anche dall’artista pollonese che decide di presentare i suoi quadri paesaggistici al di fuori dell’ambito ‘neve e montagne’ : ecco allora marine, scorci di Firenze (che Marinoni frequenta spesso), colline, risaie, il torrente Cervo non più montano, ma nella bassa Biellese. Ecco allora che il titolo della mostra è ‘Impressioni di Paesaggio’ e rimarrà aperta fino all’11 dicembre ogni sabato e domenica ( e l’8 dicembre ) dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. La sede è presso ‘Villaggi d’Europa’ in via E. Bona 37, salendo in centro a Sordevolo verso la chiesa a sinistra. Nello stesso periodo è peraltro aperto poco lontano il ‘Museo della Passione’.

I commenti sono chiusi.