BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/2. Sono disponibili i contributi a sostegno delle attività economiche ubicate nei quartieri collinari

Per l’anno 2022 è stato costituito il fondo per la concessione di contributi straordinari a fondo perduto a sostegno di attività economiche esercitate in frazioni collinari e decentrate del territorio comunale, con dotazione pari a 30.000 euro. Potranno accedere al contributo esclusivamente gli esercizi commerciali che svolgono il ruolo di presidi sociali, inclusi in aree cittadine a rischio di desertificazione commerciale, di seguito indicati: esercizi commerciali al dettaglio di generi alimentari; rivendite di generi di monopolio, purché non abbiano installato gli apparecchi automatici individuati dall’art. 110, comma 6, del regio decreto n° 773 del 1931; rivendite di giornali e riviste. Gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande (bar e ristoranti) sono esclusi dall’accesso al contributo.
Le aree cittadine a rischio di desertificazione commerciale sono individuate nelle zone che delimitano i quartieri: Piazzo, Pavignano, Cossila San Grato, Cossila San Giovanni, Favaro, Barazzetto – Vandorno, Vaglio. Le domande per accedere al contributo, corredate dalle dichiarazioni sostitutive attestanti il possesso dei requisiti soggettivi di ammissibilità, dovranno essere presentate entro le 12 di domani, mercoledì 23 novembre, esclusivamente via pec al seguente indirizzo di posta certificata: protocollo@cert.comune.biella.it. Le richieste di contributo saranno istruite dal Settore Polizia Locale – Servizio Attività Economiche e Suap. Il responsabile del settore con proprio provvedimento procederà, a seguito dell’istruttoria, alla formazione dell’elenco degli ammessi ed alla determinazione del contributo da concedersi nei confronti degli stessi.
Il contributo sarà determinato in maniera uguale per tutti gli ammessi, in misura comunque non superiore ad 3.000 euro, mediante la seguente formula: 30.000,00/numero domande ammesse. Il contributo sarà erogato in una soluzione: 100% entro 30 giorni dall’approvazione dell’elenco dei beneficiari, fatta salva la compensazione legale dell’erogazione con eventuali debiti prendenti nei confronti del Comune di Biella.
“Dato atto che la situazione economica degli ultimi anni, le nuove metodologie d’acquisto e i conseguenti consumi, hanno portato ad una trasformazione del tessuto commerciale penalizzando maggiormente la piccola distribuzione e ancor più le attività commerciali che operano in aree periferiche, svantaggiate e a rischio di desertificazione commerciale del territorio comunale, abbiamo deciso di intervenire con questa delibera – spiegano gli assessori al Bilancio Silvio Tosi e alle Attività economiche e Montagna Barbara Greggio -. La volontà della nostra Amministrazione va nella direzione di promuovere azioni straordinarie di sostegno rivolte agli esercizi commerciali mediante l’assegnazione e l’erogazione di contributi volti a garantire, promuovere e sostenere la prosecuzione dei servizi erogati alla collettività residente o comunque presente in aree decentrate, e pertanto sfavorite, del territorio Comunale, ancorché fortemente danneggiate dagli effetti economici correlati agli eventi pandemici”.

I commenti sono chiusi.