BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. L’ex olimpionico Salvatore Sanzo, ha incontrato i dirigenti di “Terra della Lana”

La presenza in città di Salvatore Sanzo ha fornito al coordinatore comitato organizzatore “Terra della Lana” Roberto Carta Fornon la possibilità di illustrare al responsabile Area Sport presso Sport e Salute SpA il progetto che si svilupperà nel 2023.
Nella Sala Consigliare di Palazzo Oropa l’ex olimpionico (a medaglia in tre Olimpiadi diverse, con l’exploit dell’oro a squadre ad Atene 2004) è stato accolto dal sindaco di Biella Claudio Corradino e dal vice sindaco e assessore allo Sport Giacomo Moscarola. “E’ un onore avere a Biella un campione come Sanzo – dice il primo cittadino -. A Biella promuoviamo sia i grandi eventi, sia lo sport fruibile per tutti. Dobbiamo arrivare a diffondere la cultura sportiva, prendendo spunto da campioni del calibro di Sanzo”.
“Nell’ottica di valorizzare e rilanciare il Biellese si sono uniti sotto un’unica bandiera 32 comuni, che hanno dato vita al progetto ‘Terra della Lana: sport, benessere, turismo e moda’ – racconta Roberto Carta Fornon -. Tutti i capitoli sono importanti e solo nello sport abbiamo più di 130 eventi, che coinvolgeranno oltre 25mila partecipanti. Aces punta sui giovani, gli anziani e i diversamente abili, dando spazio a tutti”.
Salvatore Sanzo ha ricordato le emozioni che si provano durante una gara olimpica. “Al momento non te ne rendi conto, poi a distanza di anni si assume molta più consapevolezza di quanto non solo sia stato emozionante, ma avere la fortuna di portare a casa un oro mi regala ancora oggi sensazioni particolari. Però la vita di un atleta presto o tardi finisce e bisogna ripartire da zero e riprendere il filo del discorso, per affrontare nuove sfide. Ci tenevo a essere presente in Comune per spiegare come Sport e Salute, che ha come principale funzione il raccordo con le amministrazioni, gli enti locali, le regioni: insomma con tutto il mondo dello sport; abbia come obiettivo principale quello di far muovere le persone. E allora questo contenitore Aces su cui avete scommesso va d’accordo con i nostri principi. Sport e Salute rappresenta lo Stato, è di fatto il braccio operativo, con il duplice scopo di far capire quanto sia importante lo sport per il mondo della scuola e per la salute. Contestualmente ci sono le risorse da destinare: ad esempio ci sono 25 milioni di euro da destinare a livello territoriale e mi sembra che questa comunità possa essere in grado di produrre quanto richiesto. Noi daremo il massimo sostegno tecnico e operativo, sia alla Città di Biella, sia alla Provincia di Biella e non ci resta altro che stringere ancora di più questa sinergia”.
Il responsabile Area Sport presso Sport e Salute SpA conclude con un’importante distinzione: “Il Coni deve occuparsi dell’alto livello, della preparazione olimpica, avendo come interlocutori le Federazioni: Parigi è vicina. Il Governo ha invece stabilito che la promozione dello sport debba passare attraverso la società di stato, cioè Sport e Salute. I nostri temi quindi devono essere la promozione, la scuola, l’impiantistica e il sociale”.

I commenti sono chiusi.