BI24_2010/2020_DALL’OSPEDALE. Asl: Biella inserita tra i Centri di riferimento nazionale per il Corso in Proctologia e Chirurgia del Pavimento pelvico

La Struttura Complessa Chirurgia Generale dell’Asl di Biella, diretta da Roberto Polastri, Coordinatore regionale dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (Acoi), è stata inserita come Centro di riferimento nazionale per il Corso di Alta Formazione in Proctologica e Chirurgia del Pavimento pelvico promosso dalla stessa Acoi.
“La proctologia – spiega Polastri – è diventata sempre di più una branca specialistica della chirurgia generale e gastro-enterologica e, pertanto, richiede un training specifico e accurato. Tali competenze possono essere acquisite solo con la frequenza presso Centri che dispongano di casistiche consistenti e strumenti diagnostico-terapeutici adeguati ai tempi attuali». «La nostra attività – continua il Direttore della Chirurgia Generale biellese – si è distinta negli anni passati in ambito italiano, sino a ottenere l’onore di ospitare nel 2019 il Congresso Nazionale della Siccr, Società Chirurgica di riferimento».
Referente biellese dell’iniziativa Acoi è Roberto Perinotti, Responsabile della Struttura Semplice Chirurgia Colorettale e Proctologia dell’Azienda Sanitaria, Presidente nazionale della Siccr (Società Italiana di Chirurgia Colo-Rettale) nel biennio 2019-2021 e docente al Corso di Alta Formazione, al quale nello scorso mese di settembre ha contribuito per la parte teorica; un progetto rivolto a specialisti di tutto il territorio italiano per l’approfondimento di argomenti che riguardano non solo le tecniche chirurgiche, ma anche l’organizzazione dei percorsi, i consensi informati e la proctologia ambulatoriale.
«Inoltre – spiega Perinotti – come Centro di riferimento nazionale per la fase riguardante la formazione sul campo accoglieremo nei prossimi mesi Chirurghi soci Acoi provenienti da tutta Italia, a seconda della prossimità geografica e delle preferenze personali dei partecipanti al Corso».
Il corso, che durerà sino a fine anno, prevede infatti la partecipazione in prima persona dei Chirurghi specialisti agli interventi, all’attività clinica e diagnostica nel contesto del tirocinio pratico previsto, con Ia possibilità per i professionisti di sottoporre casi clinici complessi al parere di esperti. Insieme alla Struttura Complessa chirurgica biellese, fanno parte dei Centri di riferimento nazionali dell’iniziativa la Struttura Organizzativa Semplice Dipartimentale dell’Ospedale Piero Palagi di Firenze e l’Unità Operativa Chirurgia Generale, Laparoscopica e Robotica dell’Ospedale dei Colli di Napoli.

I commenti sono chiusi.