BI24_2010/2020_DA ATL BIELLA. I dati dell’estate appena terminata lo dicono chiaro: il nostro turismo piace sempre di più

Dopo l’estate turistica Biellese, i segnali di crescita si vedono: adesso è il momento di continuare ad investire nella valorizzazione del territorio, tutti insieme. E grazie al nuovo Osservatorio Turistico del Biellese, adesso possiamo vedere gli avanzamenti misurandoli su più dimensioni. I dati provvisori sull’andamento del turismo biellese nell’estate appena trascorsa confermano l’interesse nei confronti del territorio: il periodo estivo 2022 (giugno/agosto) indica una crescita importante in termini di movimenti turistici rispetto allo stesso periodo pre-pandemico, con il +37% di arrivi e +29% di presenze rispetto al 2019. Il dato è ulteriormente positivo se paragonato alla media piemontese che ha visto un incremento del +7,3% di arrivi e +7,6% di presenze nel trimestre estivo 2022 rispetto allo stesso periodo del 2019.
La provenienza dei turisti è caratterizzata da una forte componente nazionale, con il 70% di flussi provenienti dall’Italia – principalmente da Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna – mentre i principali mercati esteri di provenienza sono Francia, Germania, Svizzera, Paesi Bassi, Belgio e Regno Unito. Le recensioni online dedicate al territorio biellese testimoniano un gradimento complessivo di 87,5/100, superiore alla media regionale complessiva (86,6/100). Anche il monitoraggio della spesa del primo semestre 2022, basata su dati del circuito Mastercard, presenta una variazione percentuale positiva rispetto al 2021 in tutto il periodo di riferimento. Le principali tipologie di spesa dei turisti esteri – provenienti da Svizzera, Germania, Uk, Francia e Paesi Bassi – riguardano la ristorazione (45%) seguita dall’alloggio.
Inoltre, dal sondaggio periodico sulle intenzioni di viaggio degli italiani, risulta che il 33% delle persone intervistate conosce, ha visitato o soggiornato nel Biellese. Il 95% dei visitatori ne è rimasto soddisfatto. I luoghi più conosciuti del Biellese sono il Lago di Viverone e il Santuario e Sacro Monte di Oropa. Sono i Piemontesi i meglio informati sul territorio: il 77% degli intervistati lo conosce, e di questi il 64% lo ha visitato. Tra le altre regioni italiane, quelle che più hanno visitato il Biellese sono la Lombardia (18%) e la Liguria (13%).
Infine, dal monitoraggio dell’offerte sui canali on line delle Ota (Online Travel Agency) si evidenzia che gli operatori del Biellese hanno presentato on line in estate intorno al 40% dell’offerta camere disponibile. A giugno il tasso di vendita on line dell’offerta ricettiva del Biellese corrisponde al 32,7%, sale al 37,4% a luglio e si attesta sul 34,9% ad agosto. Commento del Presidente dell’Atl Biella-Valsesia-Vercelli, Pier Giorgio Fossale: “I dati provvisori dell’Osservatorio Turistico del Biellese, gruppo di lavoro costituito da Dmo VisitPiemonte e Unioncamere, Atl Biella Valsesia Vercelli e Fondazione BIellezza al fine di ottenere una fotografia dell’attuale sviluppo turistico del territorio e orientarne gli sviluppi futuri, evidenziano l’andamento positivo dei flussi turistici durante i primi 8 mesi del 2022, con una ripresa importante registrata in modo particolare nel periodo estivo, e confermano l’attrattività del Biellese per i visitatori. Questo ottimo risultato è stato raggiunto grazie alla pianificazione di una serie di azioni di promozione mirate e specifiche per il consolidamento dell’immagine del territorio come destinazione turistica, frutto di un lavoro di squadra con gli altri attori locali pubblici e privati impegnati nella valorizzazione del Biellese. Le bellezze naturali e artistiche, le attività sportive praticabili in natura, l’ospitalità e il cibo, fanno del Biellese un territorio con tutte le carte in regola per attirare un numero di turisti sempre maggiore”.
Il Presidente di Fondazione BIellezza, Paolo Zegna, osserva: “I dati relativi all’andamento di questa prima parte dell’anno, seppur provvisori, sono un forte riconoscimento degli sforzi legati all’ ambizioso percorso di crescita e di sviluppo che dal 2020 stiamo portando avanti insieme con l’Atl Biella Valsesia Vercelli e devono essere letti con soddisfazione ed orgoglio da tutti coloro che vi hanno contribuito attivamente e da tutti i biellesi in generale Questa fotografia sull’andamento turistico del Biellese – resa possibile dal nuovo Osservatorio Turistico Biellese dedicato alla nostra realtà e da noi fortemente sostenuto – deve essere per noi uno stimolo e un incoraggiamento a continuare su questa strada di creazione e di promozione delle tante attrattività del nostro territorio. Fondazione BIellezza continuerà ad investire in nuove progettualità insieme con un numero crescente di attori locali, tutti insieme determinati a portare il nostro Biellese ad affermarsi sempre più solidamente come destinazione di eccellenza. Il nostro territorio offre una varietà molto importante in tanti campi e settori e per questo, valorizzandoli, contiamo di attrarre verso di noi una fetta significativa dei tanti turisti, specie stranieri, che stanno guardando la nostra regione piemontese con forte attenzione ed interesse”.

I commenti sono chiusi.