BI24_2010/2020_DA “CITTA’STUDI”. Concluso il percorso formativo gratuito per diventare Accompagnatore cicloturistico. In partenza la nuova edizione

Sono 13 i corsisti che hanno terminato nei giorni scorsi il percorso formativo di Città Studi Biella in Accompagnatore Cicloturistico. Il corso, finanziato dalla Regione Piemonte, si è svolto in forma completamente gratuita con una durata complessiva di 286 ore, di cui 148 di pratica. I nuovi accompagnatori cicloturistici hanno ottenuto un attestato di abilitazione professionale pertanto saranno iscritti nell’apposito elenco provinciale e potranno esercitare la professione in tutto il territorio piemontese. Nello specifico, con il monte ore di formazione, ora sono in grado di accompagnare singoli o gruppi di persone in percorsi cicloturistici, fornendo informazioni sul territorio e illustrando i siti di interesse naturalistico e culturale.
La commissione d’esame ha visto riuniti cinque membri: Anna Garavoglia (Presidente di commissione, rappresentante della Provincia di Biella come Segretario Generale e Dirigente del Servizio Turismo, Sport e tempo libero); Ludovico Bizzocchi (Docente del corso in tecnica ciclistica e professionale); Alessandro Mensa (Docente del corso in geologia e meteorologia); Nicoletta Tiengo (Esperta di settore) e Federico Pozzati in rappresentanza di Città Studi.
I membri della commissione hanno guidato i partecipanti durante i due giorni di prove d’esame con esercitazioni pratiche sia in ambienti ricreati ad hoc, sia su un vero e proprio itinerario cicloturistico nelle colline della Serra, dove hanno dovuto illustrare alla commissione le tecniche di accompagnamento e le risorse del Territorio. Inoltre, durante il percorso, hanno avuto modo di conoscere da vicino anche le ricchezze del nostro Biellese con una dolce visita all’apicultura Igor Petracco.
“Il corso in accompagnatore cicloturistico è professionalizzante- dichiara Ludovico Bizzocchi, docente del corso in tecnica ciclistica e professionale- , permette ai partecipanti di trasformare la propria passione in un lavoro. È un corso riconosciuto che ti abilita ad una vera professione in tutto il suolo piemontese. E il gruppo al quale ho fatto docenza  ha recepito perfettamente questo valore aggiunto, infatti, si sono dimostrati attenti e motivati. Ho trovato un gruppo molto coeso anche grazie al monte ore di uscite pratiche che abbiamo fatto sia nel Biellese che nel Canavese alternando nozioni di tecnica pura a nozioni di gestione gruppo e accompagnamento”.
“E’ un corso completo e ben strutturato – sostiene Nicoletta Tiengo, esperta di settore e membro di commissione di esame – e il fatto che Città Studi lo proponga a titolo gratuito è sicuramente apprezzabile, perché normalmente ha un costo, se erogato senza supporto di fondi, che si aggira sui 1400 euro. Credo che, con una buona rete, questa figura sia ben spendibile in un Territorio come il nostro”.
“Per me è stata una bella sfida partecipare ad un corso come questo- commenta Riccardo Siletti, neo accompagnatore cicloturistico-, la parte pratica e quella teorica sono state molto interessanti perché mi hanno fatto conoscere aspetti del Territorio a me nuovi. Un plus va alla docenza che è stata ben curata: Bizzocchi è un maestro di mountain bike! Personalmente ho deciso di seguire questo percorso formativo perché sono vicepresidente di Asad Biella e vorrei proporre ai ragazzi con disabilità intellettuale e relazionale anche questo sport. Quindi è nata l’esigenza di formami per supportarli, poi che il corso potrà essermi utile per accompagnare i disabili in questa avventura o per indirizzarmi verso una professione questo non lo posso sapere, importante avere ora un ruolo accreditato con un attestato riconosciuto”.
Sono aperte le preiscrizioni alla nuova edizione del corso Accompagnatore cicloturistico che partirà nelle prossime settimane. Il percorso formativo sarà sempre gratuito e si rivolgerà ad adulti occupati e disoccupati. Per informazione è possibile contattare Città Studi Biella, in corso Pella 10 al numero 015.8551111/29, formazione@cittastudi.org, www.cittastudi.org.

I commenti sono chiusi.