BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/2. Rossi, Pd: “Invecchiamento attivo, la Legge Regionale al via con quattro anni di ritardo”

Quattro anni fa presentavo, come primo firmatario, la legge regionale n. 17/2019 per la promozione e la valorizzazione dell’invecchiamento attivo. A distanza di tre anni, forse, il Piemonte è pronto a partire con l’approvazione del Piano regionale la cui bozza è stata predisposta, condivisa con la Cabina di Regia, costituita lo scorso giugno, e con gli stakeholders del territorio” dichiara il vicepresidente della Commissione Sanità di Regione Piemonte, Domenico Rossi, che ha interrogato la giunta sullo stato di attuazione della legge.
“Mi auguro che si proceda speditamente alla discussione del piano in consiglio regionale, come affermato dall’assessore, perché stiamo parlando di una norma importante per il Piemonte, una delle regioni italiane con il più alto numero di over 65” spiega il consigliere Dem sottolineando che “sta a tutti noi fare in modo che questo non sia un problema, ma una risorsa in termini di contributo che gli over 65 possono portare nella partecipazione alla vita sociale, civile, economica e culturale della nostra società, senza dimenticare l’importanza della promozione di stili di vita che ci permettano di invecchiare il più possibile in salute. Ora – conclude Rossi – aspettiamo di vedere la bozza di piano in commissione e di poterla condividere con i tanti soggetti coinvolti”.

I commenti sono chiusi.