BI24_2010/2020_IL PERSONAGGIO. Nuoto, Bicicletta e corsa: così l’atleta Asad Andrea Spezzano ha conquistato Desenzano

Un atleta, due società, un sogno. Questi sono gli ingredienti dell’avventura sportiva di successo che ha vissuto in questi giorni Andrea Spezzano, partecipando alla TriO Desenzano, una gara che, dopo il debutto in grande stile del 2021, con questa seconda edizione è diventata già un grande classico nel cuore del Lago di Garda. In questa gara la partenza è dalla spiaggia del “Desenzanino”, gli atleti nuotano nelle acque antistanti il lungolago di Desenzano avvolti da una splendida cornice di pubblico, e raggiungono la zona cambio posizionata nel cuore della città, in piazza Matteotti. Da qui proseguono con la frazione di ciclismo che li porta ad uscire da Desenzano e la frazione di corsa che li fa poi costeggiare il lungolago. In tutte le fasi un grande pubblico ha supportato con incredibile entusiasmo gli atleti, fra questi il giovane Andrea Spezzano che non ha mai perso la concentrazione ed ha finito la gara senza alcun problema.
Andrea Spezzano partecipava come Iron Biella Triathlon 1996 ma nel suo percorso di allenamento e di appartenenza c’è la Cooperativa Sociale Sportivamente di cui fa parte da qualche anno e che lo ha accompagnato nel diventare un atleta vero e proprio e anche nel cammino di consapevolezza dello sport che voleva praticare. Per questa specifica preparazione di Andrea, allo scopo di allenarlo in maniera professionale, si sono poi affiancate anche altre realtà come la Pietro Micca nella figura di Paolo Vialardi.
Alberto Angelino del direttivo di Iron Biella Triathlon 1996 illustra il percorso di Andrea di questi ultimi mesi: “Ho conosciuto Andrea lo scorso maggio e l’ho accompagnato nell’apprendimento della fasi del triathlon, in particolare in quelle delicate della transizione, poi abbiamo iniziato ad allenarci insieme. Si è allenato con me ma anche con Luisa, Gianmarco, Gigi e Paolo nelle tre discipline che caratterizzano il triathlon: nuoto, bicicletta e corsa. Andrea si dedica agli allenamenti con grande passione e determinazione per cui ci siamo decisi, pur solo dopo quattro mesi dal primo allenamento, a iscriverlo alla TriO Desenzano e lui è stato strepitoso sia dal punto di vista tecnico ma soprattutto nella gestione delle emozioni. Era la sua prima gara importante e ho visto in lui una vera e propria potenzialità, questa avventura di Andrea è stata per me ma anche per gli organizzatori di TriO Desenzano una grande emozione”.
Charlie Cremonte dichiara che: “Il percorso di Andrea Spezzano mi rincuora e mi incoraggia perché è la dimostrazione che associazioni come la Cooperativa Sociale Sportivamente possono fare la differenza per i nostri atleti, possono renderli capaci di sfondare i famosi ‘tetti di cristallo’ che frenano alcuni percorsi. Andrea diventa così simbolo di un successo che diventa di tutti, di lui in prima battuta, ma anche del territorio con le società sportive provinciali che rendono possibile arrivare a determinati traguardi. Una confortante esperienza anche per la famiglia che ha affidato il figlio a specifiche strutture per farlo diventare un atleta ed ora è un atleta che gareggia a competizioni di triathlon a livello nazionale e che diventa simbolo per altri ragazzi, perché attraverso la pratica dello sport si può veramente raggiungere un’inclusione totale”.
Susanna Rovere, delegato provinciale Special Olympics Italia e vicepresidente della Cooperativa Sociale Sportivamente, spiega: “Il percorso di quest’anno di Andrea mi rende estremamente orgogliosa. Questo incredibile traguardo arriva per il nostro atleta dopo la partecipazione alla Championship Samorin Slovakia, competizione internazionale di triathlon all’interno della quale si è svolto anche lo Special Olympics European Triathlon Competition, gara dedicata alla categoria Special Olympics che Andrea ha concluso in 1 ora e 59 minuti. Successivamente Andrea ha partecipato a giugno ai XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics Torino 2022 ottenendo eccellenti performance, ora l’obiettivo non può che essere la partecipazione ai Play the Games 2023 che, per la prima volta, contempleranno anche la disciplina del triathlon”.

I commenti sono chiusi.