BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE. Stecco e Poggio, Lega: “Si va verso l’odontoiatria solidale: cure per le fasce deboli e prevenzione per i giovani”

Esordisce in commissione Sanità la proposta di legge, a prima firma del presidente leghista Alessandro Stecco, medico e professore universitario, che guarda all’odontoiatria solidale e all’attivazione di reti di collaborazione per la co-progettazione di azioni a fini di solidarietà sociale verso le fasce più deboli della popolazione.
“La Regione nell’ambito delle proprie competenze in materia di servizi sanitari e sociali – scrive Alessandro Stecco, presidente della Commissione che si occupa della salute dei piemontesi – promuove la realizzazione di programmi di ‘odontoiatria solidale’ attraverso il coinvolgimento e la partecipazione su base volontaria, solidale e altruistica, di odontoiatri e igienisti dentali, a sostegno delle fasce in condizione di vulnerabilità sociale. Si istituirebbero le figure di ‘odontoiatra solidale’ e di ‘igienista dentale solidale’ che, con la regia di enti del Terzo settore, potrebbero mettere a disposizione le loro professionalità a fasce di popolazione tagliate fuori da servizi necessari”.
“Le condizioni di svantaggio sociale ed economico – aggiunge Daniele Poggio, medico odontoiatra e consigliere regionale del gruppo Lega Salvini Piemonte -, accompagnate spesso da marginalità ed esclusione sociale, impediscono l’accesso alle cure odontoiatriche per gli elevati costi da sostenere presso le strutture private. Questa proposta di legge, senza oneri a carico dell’Amministrazione pubblica, si avvarrebbe di prestazioni svolte a titolo gratuito a favore degli aventi diritto, svolgendo altresì attività di promozione della salute e di prevenzione delle malattie, indirizzate prioritariamente a soggetti in età infantile ed evolutiva. Una mano tesa verso chi ha bisogno e una assicurazione sul futuro della salute dei giovani che inizia oggi il suo percorso nelle sedi legislative”.

I commenti sono chiusi.