BI24_2010/2020_LA QUESTIONE. Un bisettimanale accusa gli ‘Ultras Biella’ di razzismo. La loro risposta: “Giornalai…”

Domenica, l’attuale Biellese ha giocato in casa (si fa per dire…) contro il Ticino che ha schierato un giocatore di colore, tale Ba. Ieri, nella sua edizione del lunedì, uno dei bisettimanali cartacei del Territorio, ha accusato gli Ultras Biella 1973, di aver rivolto al calciatore cori razzisti e, giustamente, i fans bianconeri hanno immediatamente risposto con un comunicato stampa che riportiamo, integralmente, qui di seguito. Dalla redazione di biella24.com, piena solidarietà agli Ultras Biella 1973.

In riferimento all’articolo apparso su una testata locale il 17 ottobre 2022, il gruppo UB’73 vorrebbe chiarire come sono andati realmente i fatti. Se ci sono stati insulti razzisti verso un giocatore della squadra Rg Ticino, non sono riconducibili agli appartenenti al gruppo, ricordando inoltre che nello spazio occupato dagli Ultras, può sedersi tranquillamente qualsiasi spettatore, vista l’attuale sistemazione nel campo di corso 53 Fanteria con un’unica tribuna.
E’ ora di finirla di demonizzare un gruppo che nonostante le mille difficoltà e delusioni, continua a sostenere la squadra chiedendo solo rispetto per una passione che porta avanti da anni. Siamo stanchi di dover puntualizzare sempre su dei comportamenti che non sono nel nostro stile.
Nonostante tutto, noi saremo sempre nel nostro posto, che vi piaccia o no, mettendoci sempre la faccia ed a testa alta, cosa che voi giornalai non potete fare (ricordiamo ancora i nostri comunicati non pubblicati, riguardo alle ultime diffide ingiustamente comminate).
Condanneremo e ci dissoceremo sempre da ogni forma di razzismo e politica negli stadi: abbiamo una sola fede e si chiama As Biellese 1902. Strumentalizzate altro! Giù le mani dagli Ultras Biella!

I commenti sono chiusi.