BI24_2010/2020_CARABINIERI/2. Lessona: scoperti e denunciati, i tre giovani che a maggio avevano saccheggiato la scuola

A conclusione di articolate indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Biella e portate avanti dai Carabinieri del Nucleo Operativo Cossato, sono stati individuati gli autori del furto commesso nell’Istituto comprensivo scolastico di Lessona nel maggio scorso. I malviventi avevano messo a soqquadro diversi locali ed asportato alcuni computer e materiale vario, costringendo la direzione a tenere la scuola chiusa un intero giorno affinché fossero ripristinate le normali condizioni d’utilizzo del plesso per i docenti e gli allievi.
Sin da subito gli inquirenti avevano imboccato la pista giusta. Erano state sentite le dichiarazioni dei testimoni e pazientemente analizzati tutti i fotogrammi estrapolati dai filmati delle telecamere degli impianti di videosorveglianza presenti nella zona. Le indagini si erano concentrate su una banda di malviventi gravitanti in provincia, nei confronti dei quali erano stati raccolti molti, indizi tanto che il Magistrato che aveva assunto la direzione delle indagini aveva disposto l’esecuzione di perquisizioni domiciliari nei confronti di alcuni sospettati.
Proprio nel corso di queste erano stati sequestrati gli indumenti utilizzati dai malviventi e rinvenuta una pistola di fabbricazione artigianale (poi risultata perfettamente funzionante come verificato dalla Sezione Balistica del Ris dei Carabinieri di Parma), tanto che il detentore era stato posto agli arresti domiciliari. La successiva analisi del traffico delle celle telefoniche e dei tabulati degli indagati disposta dall’Autorità giudiziaria del capoluogo biellese, permetteva di suffragare ulteriormente il quadro probatorio. Agli indagati (tre giovani biellesi classe 1994, 1996 e 1994 , tutti nullafacenti e con pregiudizi penali) si contesta l’ipotesi di furto aggravato.

I commenti sono chiusi.