BI24_2010/2020_DALL’OSPEDALE. In servizio, i nuovi Direttori di Anatomia Patologica e Oculistica, dottori Pisacane e Giambone

Con l’inizio di ottobre all’Asl di Biella sono entrati in forza i nuovi Direttori delle Strutture Complesse di Anatomia Patologica e di Oculistica. Si tratta rispettivamente di Alberto Maria Pisacane e Salvatore Giambrone, le cui nomine a seguito dell’espletamento del concorso per il conferimento dell’incarico erano state annunciate di recente. Entrambi nel corso della settimana hanno quindi avuto modo di conoscere l’Ospedale dell’Asl Biella e i nuovi colleghi. Pisacane dal 2002 prestava servizio come Dirigente Medico nell’Unità Operativa di Anatomia Patologica presso l’Irccs Istituto Candiolo Centro Oncologico d’Eccellenza, collaborando inoltre attivamente con la Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta.
«Credo che l’Ospedale di Biella sia una struttura con enormi potenzialità, dove sto conoscendo colleghi determinati ed entusiasti di creare qualcosa di importante – afferma – L’Anatomia Patologica è il fulcro di un ospedale e l’obiettivo comune della nostra équipe, formata da anatomopatologi e tecnici preparati, è di garantire un servizio di qualità. Per fare questo sarà importante anche l’apporto della Digital Pathology (il progetto realizzato grazie ai contributi da parte di Fondazione Tempia e Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, che permette la digitalizzazione della casistica istologica e la condivisione protetta online tra specialisti – ndr), un’opportunità fondamentale per il presente e il futuro sia per gli addetti ai lavori che per i pazienti finalizzata, per esempio, all’ottimizzazione della precisione diagnostica».
Giambrone proviene dall’Asl di Asti, dove dal 2000 ha prestato servizio in qualità di Dirigente Medico in Oculistica e, dal 2002, di titolare del Crp – Centro di Responsabilità Professionale “Diagnostica per immagini, oftalmologica, strumentale e gestione dati”. «L’équipe è composta da ottimi professionisti – commenta – A Biella ho trovato una struttura nuova e accogliente e la prima impressione è stata sicuramente positiva. Sono a conoscenza delle aspettative della cittadinanza riguardo l’arrivo del Direttore della Struttura. Allo stato attuale l’obiettivo principale è quello di incrementare l’attività di sala operatoria, che consentirà di accelerare le risposte dell’Azienda Sanitaria alle esigenze dell’utenza in attesa di intervento di cataratta. Ciò sarà assicurato anche grazie all’apporto professionale e qualificato di tutti gli operatori in forza al reparto».

I commenti sono chiusi.