BI24_2010/2020_DALLA VALLE CERVO. Miagliano: “Wool Experience” si chiude domani con la visita alla centralina idroelettrica

Il programma Wool Experience 2022 termina domani, domenica due ottobre con “La fabbrica sotterranea”. L’attività viene realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Biella, Energie Rinnovabili srl ed altre realtà. La visita riguarderà la centralina idroelettrica situata all’interno del Lanificio Botto di Miagliano e gestita dalla società Energie Rinnovabili srl. Questa centrale è stata completamente ristrutturata e rimessa in funzione dal 2012 dopo anni di abbandono: dopo la chiusura dello stabilimento tessile nel 1993 la centrale è rimasta in attività ancora per qualche anno per poi essere dismessa.
La storia di questo impianto è legata a quella della fabbrica, infatti essa fu realizzata nel 1864 per produrre energia meccanica per il funzionamento dei filatoi del cotonificio tramite delle turbine. Solo ad inizio ‘900 la centrale iniziò a produrre energia elettrica grazie a tre turbine Francis di cui una oggi è monumentata fuori dalla fabbrica. L’acqua necessaria alla produzione della corrente è fornita da un canale a cielo aperto che è oggi inserito nel “Parco roggia” di Miagliano, lungo circa 1 km, che tramite una condotta in ferro entra nello stabilimento tessile per poi cadere in un salto verticale di 21m sottoterra fino alla sala turbine.
Ed è proprio qui che avverrà la visita, scendendo letteralmente nelle viscere dell’antica fabbrica Poma in un connubio fra passato e presente. I tecnici di Energie Rinnovabili ci accompagneranno nelle sale della centrale fino a raggiungere la parte più nascosta dello stabilimento, in parte scavata nella viva roccia. La visita verrà fatta a gruppi di massimo 10 persone a partire dalle ore 15 con offerta libera. Informazioni e prenotazioni obbligatorie: 351.886.2836, www.amicidellalana.it. Sarà possibile anche effettuare la visita al Lanificio Botto e la passeggiata lungo la roggia fino al “Bosco degli gnomi”.

I commenti sono chiusi.