BI24_2010/2020_DALLA VALLE ELVO/1. Sordevolo: la “Passione” portata in scena dai bambini, è stato un vero successo

Martedì 20 settembre, a Sordevolo, è andata in scena la seconda rappresentazione della Passione dei bambini, dedicata ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Hanno partecipato le scuole provenienti da tutto il Biellese e grande è stata la soddisfazione, anche da parte dei piccoli attori, nel vedere il numeroso pubblico recatosi all’anfiteatro per assistere allo spettacolo: più di 1300 persone fra allievi, insegnanti e famigliari. Un grande successo reso possibile anche grazie al contributo della Fondazione Cassa Risparmio di Biella per l’acquisto dei biglietti.
“La Passione di Sordevolo è una delle eccellenze biellesi sia da punto di vista artistico sia per la capacità di appassionare e attrarre un pubblico eterogeneo, un unicum che fa parte del dna di questo territorio – commenta il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella Franco Ferraris – per questo siamo felici di aver contribuito a portare i bambini e le bambine biellesi ad assistere alla rappresentazione realizzata dai loro coetanei, piccoli attori che hanno sperimentato un senso di comunità e un impegno che faranno parte per tutta la vita della loro identità di biellesi”.
Il Presidente dell’Associazione Teatro Popolare di Sordevolo Stefano Rubin Pedrazzo dichiara: “A nome dell’associazione ringrazio la Fondazione Crb per la sensibilità dimostrata nei confronti di un valore che va trasmesso alle nuove generazioni. Questa è stata davvero l’occasione per far conoscere ai piccoli partecipanti il significato degli eventi culturali del nostro territorio ed ha inoltre rappresentato un momento di ripresa, anche per la scuola, dopo il lungo periodo di restrizioni. Ringrazio anche la Regione Piemonte per il patrocinio. I bambini rappresentano il nostro futuro e oggi, grazie a loro e al loro coinvolgimento, abbiamo vissuto una delle giornate più belle della nostra Passione e avuto la speranza tangibile della continuità della nostra tradizione”.

I commenti sono chiusi.