BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. I militanti della Lega Giovani, hanno volantinato davanti al Liceo scientifico ed all’Istituto “Bona”

La Lega ritiene necessaria e urgente la creazione di un tavolo di discussione permanente tra scuola, università e mondo del lavoro che possa allineare le esigenze scolastiche con quelle lavorative dei vari mercati di riferimento. Abbiamo sentito alcuni candidati, come Calenda, sminuire le scuole tecniche e professionali come se fossero scuole di serie B: noi proponiamo invece di sviluppare gli istituti professionali come scuole di alta specializzazione.
“Bisogna inoltre intervenire alla radice, modificando per esempio l’offerta formativa degli istituti che tenga conto non solo delle esigenze attuali del mercato, ma soprattutto di quelle future a medio periodo. Dovranno essere tracciati chiaramente i percorsi didattici, dalla scuola professionale agli Its, dalle università ai master specialistici garantendo la continuità del percorso formativo e con particolare attenzione alle nuove professionalità emergenti”.
Un’ultima nota politica la introduce Ercoli, che è anche capogruppo della Lega in Comune a Biella: “Nessun altro leader di partito ha dimostrato un’attenzione per il Piemonte simile a quella di Matteo Salvini. E non solo in campagna elettorale. Domenica sarà anche un voto per l’unico vero partito del territorio, il partito che si può trovare sempre in mezzo alla gente, il partito – come dice Riccardo Molinari – che parla la tua lingua: la Lega!”.

I commenti sono chiusi.