BI24_2010/2020_VERSO LE ELEZIONI. “Noi con l’Italia-Noi Moderati”, ha presentato i candidati Rosa e Zarrillo al Museo del Territorio

_”Noi con l’Itali-Noi moderati”
La lista “Noi Moderati” ha organizzato una conferenza stampa a Biella, ieri, presso il Museo del Territorio, per presentare il candidato al senato Aldo Maria Rosa e il candidato alla camera Giovanni Zarrillo. All’incontro sono intervenuti l’Onorevole Maurizio Lupi in collegamento e il Coordinatore di “Noi con l’Italia-Noi moderati” di Biella e Provincia, Valerio Novo. La lista ‘Noi moderati’ nasce per unire le forze di tradizioni politiche differenti che possono camminare insieme, dalla tradizione liberale e riformista a quella popolare ispirata alla dottrina sociale cattolica. Per questo puntiamo sul “noi”, valorizzando prima di tutto il rapporto con il territorio e con le tante formazioni sociali in grado di mantenerlo in buona salute.
La campagna elettorale di quest’anno oltre ad essere “breve” è anche polarizzata sugli estremi e su messaggi elettorali populisti. Parleremo di scuola, aumento dei fondi per l’assegno unico universale per i figli e alleviare la pressione fiscale sul lavoro. Crediamo che l’Italia si fondi su una lunga tradizione di rapporti virtuosi, dalla famiglia alle alleanze internazionali, dalle piccole e medie imprese fino alle migliaia di associazioni che costituiscono una fitta rete di “istituzioni informali”, senza le quali il nostro Paese sarebbe infinitamente più povero.
Noi vogliamo porci come sostenitori e portatori delle istanze dei corpi intermedi sostenendo la loro funzione essenziale nel mantenimento della coesione sociale. Siamo certi che vada riconosciuta la dignità del lavoro, ripristinando l’ascensore sociale, premiando il merito, accompagnando chi rimane indietro senza abbandonarlo a sé stesso.
Dobbiamo garantire ai giovani una formazione davvero abilitante al passo coi tempi e una retribuzione dignitosa, senza alimentare scontri generazionali e sociali, e non vedere il proprio futuro messo a repentaglio da un continuo accrescimento del debito pubblico. In un contesto di emergenza demografica, in cui la popolazione in età lavorativa potrebbe ridursi del 10% già nei prossimi trent’anni, l’unica via per garantire domani la sostenibilità dell’Italia è investire oggi sulle nuove generazioni. Questi ed altri i punti che riteniamo importanti per il nostro territorio e il nostro paese.

I commenti sono chiusi.