BI24_2010/2020_DAL FONDO EDO TEMPIA. Monica Gasparini, medico e scrittrice, sarà la protagonista del terzo incontro di “Librarsi”

È medico ma anche appassionata lettrice, ha contribuito alla stesura della guida “111 luoghi di Biella che devi proprio scoprire” e ha vinto un’edizione del concorso “Gim paladino di un sogno con un suo racconto: Monica Gasparini, ospite del terzo incontro della rassegna “Librarsi”, di domani martedì 13 settembre, ha ora pubblicato il suo primo romanzo.
S’intitola “Parole bianche” ed è ambientato anche nei reparti di un ospedale, un ambiente che conosce bene. Ne parlerà con Patrizia Tempia, vicepresidente dell’associazione Emanuele Lomonaco-Far Pensare co-ideatrice del ciclo di incontri nel giardino attorno alla sede del Fondo Edo Tempia. L’appuntamento è alle 18 e l’ingresso è libero.
Protagonista del romanzo di Monica Gasparini è Sara, una neurologa che si trova ad affrontare novità sconvolgenti sia sul piano professionale sia su quello personale, dopo la morte del marito. Ma protagonista è anche il tema della parola e delle relazioni, un componente fondamentale per chi scrive ma anche per chi cura: «Nel dialogare con i pazienti e i loro familiari» ha detto l’autrice in una recente intervista «non ci sono regole né parole standard. Ogni volta si deve cercare di entrare in empatia con loro, perché le stesse parole possono essere di conforto per qualcuno e terribili per altri. Ecco perché Sara si sente davvero realizzata non quando ottiene l’avanzamento di carriera, ma quando riesce a trovare le parole giuste».
Durante l’incontro alcuni brani del libro saranno letti da Vittoria Bazzan, Luigi Gallerana e Gigi Mosca. Interverranno Francesco Leone, presidente di Far Pensare e direttore di oncologia all’ospedale di Biella e la presidente della Fondazione Tempia Viola Erdini.

I commenti sono chiusi.