BI24_2010/2020_VERSO LE ELEZIONI. Elena Chiorino, Fratelli d’Italia: “Tutto quello che siamo pronti a fare per il nostro Paese…”

_Elena Chiorino (Fratelli d’Italia)
Siamo pronti a difendere l’ambiente e la bellezza della nostra terra. Mentre la sinistra parla di manifesti ideologici, noi affronteremo la tutela dell’ambiente in maniera seria, coerente, libera e innovativa, senza pregiudizi nei confronti dello sviluppo economico e delle nuove tecnologie. A cominciare dalla difesa del bene naturale per eccellenza: l’acqua.
Siamo pronti a tutelare la casa degli italiani. La casa è il bene primario attorno alla quale le persone costruiscono il proprio futuro. Fratelli d’Italia approverà una legge che dirà una cosa semplice: la prima casa non è pignorabile, salvo ovviamente per il mancato pagamento dell’eventuale mutuo ipotecario che grava su di essa e in caso di prolungata morosità nei confronti del condominio. E approveremo anche un’altra legge che prevede lo sgombero immediato delle occupazioni abusive di abitazioni altrui, senza eccezioni e stratagemmi. Ogni proprietario, affittuario, assegnatario di immobile, se subirà l’occupazione abusiva della sua casa, avrà lo Stato al suo fianco. Subito! Con Fdi al Governo, nessuno dovrà più temere di essere sbattuto fuori dalla propria casa.
Siamo pronti a proteggere i nostri animali domestici. “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” disse Ghandi. Tra le iniziative già avviate in questa legislatura c’è l’inasprimento delle pene per chi li maltratta, avvelena e abbandona. Inoltre vogliamo avviare campagne sul rispetto degli animali nelle scuole, fermare la tratta illegale dei 300.000 cuccioli provenienti dall’Est Europa e ampliare le attività di pet therapy nelle case di cura e negli ospedali.
Siamo pronti a ridare forza alla volontà popolare. L’elezione diretta del Presidente della Repubblica rappresenterebbe la più potente misura economica di cui necessita l’Italia. L’attuale sistema ci ha portato ad avere 11 governi in 20 anni, rendendo la Nazione instabile e poco credibile: quella che è cresciuta meno di tutte in Europa. Gli italiani hanno diritto di eleggere il Capo dello Stato e scegliere direttamente da chi farsi governare. Basta con governi calati dall’alto e basta con i giochi di Palazzo che mortificano la volontà popolare.
Saremo al fianco delle imprese per dare un futuro di lavoro e non di sussidi ai nostri giovani. La formazione coniuga le esigenze delle imprese e del mondo del lavoro: non arrendiamoci al declino. “Più assumi, meno tasse paghi” e riduzione del cuneo fiscale a favore dei dipendenti per intervenire sull’emergenza lavoro. Troveremo le risorse riformando il Reddito di cittadinanza, da destinare esclusivamente a sostenere dignitosamente chi non può lavorare, creando così un circolo virtuoso che porterà a maggiore contribuzione e minore assistenzialismo.

I commenti sono chiusi.