BI24_2010/2020_DALLA VALLE CERVO/3. “Malamore, ma l’amore no”, va in scena il 21 a San Giovanni d’Andorno ed il 28 a Ronco

Malamore, ma l’amore no” di Guido Ceronetti, torna in due differenti località della Rete Museale Biellese: il 21 agosto a San Giovanni d’Andorno e il 28 agosto a Ronco Biellese. Entrambi gli spettacoli presentati dall’associazione Storie di Piazza aps sono a offerta libera, inizio alle h. 17, con merenda sinoira a seguire nella locanda del Santuario il 21 agosto e la cena in bianco invece il 28 agosto a Ronco Biellese a cura della Pro Loco. Gli spettacoli all’interno della rassegna Storie Biellesi hanno il sostegno della Rete Museale Biellese, della Fondazione CR Biella e Fondazione CR Torino.
“Malamore, ma l’amore no”, ha debuttato a Miagliano e all’Ex Mulino Susta a metà luglio dopo il debutto in Toscana avvenuto nel 2021, ma la versione presentata a luglio non è stata quella della formazione abituale poichè la regista Manuela Tamietti ha sostituito all’ultimo e con gran divertimento un’attrice malata, coprendone l’assenza improvvisa. Quello che si andrà a rappresentare dunque il 21 e il 28 sarà “l’originale” presentato anche al Festival dell’Angelo ferito nel 2021 spettacolo punta di diamante all’interno della rassegna toscana dedicata a Guido Ceronetti.
Lo spettacolo è un omaggio al poeta/filosofo torinese e le tre attrici cantanti Noemi Garbo, Oriana Minnicino e Luisa Trompetto ripercorreranno quei testi, poesie, canzoni ispirati ad un’epoca molto cara al Maestro, con utilizzo di Lolita, una versione innovativa di Lola, storico organo di Barberia del Teatro dei Sensibili. L’oggetto scenico posto al centro della scena si trasforma da organo di Barberia in teatrino per manovrare marionette e ci porta in altri luoghi per incantare gli spettatori con sorprese e aperture inaspettate. La regia è di Manuela Tamietti con scene e costumi di Laura Rossi, anche lei scenografa per i Sensibili. L’aiuto tecnico è di Giona Mantovani. Ulteriori informazioni sullo spettacolo alla pagina del sito www.storiedipiazza.it.

I commenti sono chiusi.