BI24_2010/2020_VOCI DA ROMA. Maccanti e Benvenuto, Lega: “Infrastrutture: buon lavoro al ‘pro Tav’ Gariglio, che adesso sta insieme ai No Tav”

_Elena Maccanti e Alessandro Benvenuto (Deputati Lega)
Quando si parla di Tav il fastidioso rumore di unghie sui vetri del Pd si sente a notevole distanza. L’onorevole Gariglio sa bene che il governo Conte I cadde proprio su una mozione per la realizzazione dell’Alta Velocità su cui i grillini votarono contro. Lo stesso M5s con cui il Pd corse ad allearsi per il governo Conte II.
E come ricorderà Gariglio, fu il ministro De Micheli (Pd) a escludere dalla prima tranche di opere da commissariare la tratta italiana della Torino-Lione mentre è stata la Lega – nel governo Draghi, a convincere un recalcitrante ministro Giovannini a commissariare l’opera per proseguire più celermente.
Dopotutto l’imbarazzo maggiore il Pd lo vive in casa propria, in quella Torino dove il sito del Comune promuove addirittura le manifestazioni No Tav. Auguriamo buon lavoro al ‘pro Tav’ Gariglio accanto ai suoi nuovi alleati: i Verdi di Bonelli e la sinistra estrema di Fratoianni. Ne avrà bisogno.

I commenti sono chiusi.