BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. La Lega Giovani, si è ritrovata per programmare la campagna elettorale per il 25 settembre

Il movimento giovanile biellese della Lega, nei giorni scorsi si è riunito per fare il punto e per programmare le prossime iniziative legate alle elezioni nazionali del 25 settembre prossimo. Il coordinatore provinciale Alessio Ercoli e il consigliere comunale Alessio Pasqualini, presenti nella sede della Lega in via Bellerio con Matteo Salvini, hanno riportato ai tanti giovani presenti nella sede di Biella i passi salienti del suo discorso.
«Sarà una campagna elettorale inedita – commenta Ercoli, che è anche capogruppo della Lega in consiglio comunale a Biella – ma siamo pronti, perché noi non parliamo con le persone od organizziamo i gazebo solo prima delle elezioni, ma lo facciamo tutto l’anno. Lo facciamo sempre, con i nostri consiglieri comunali eletti in diversi comuni del territorio, con i nuovi segretari di sezione che arrivano dalla scuola della Lega Giovani e con tanti ragazzi che partecipano e si formano alle consuete riunioni del partito il lunedì sera. Siamo pronti a confrontarci sul merito e sui programmi, consapevoli di rappresentare un partito – la Lega – che ha dimostrato di saper governare, ottenendo risultati importanti anche per i giovani. Penso per esempio alla legge sulla doppia laurea, che consente agli studenti universitari di iscriversi contemporaneamente a due diversi corsi di laurea, eliminando un divieto vecchio 90 anni e allineando il nostro agli altri Paesi europei.
«Siamo consapevoli di una certa disillusione generale nei confronti della politica, ma non deve diventare il pretesto per non andare a votare. Significherebbe soltanto premiare l’alleanza tra +Europa e Azione con i sostenitori di Lula e Maduro, una coalizione costruita sulle percentuali e sui posti nei collegi anziché sulle idee e sulle proposte. La migliore risposta per arginare questa decadenza non è l’astensione, ma il rinnovato sostegno verso chi ha le idee chiare e le realizza, senza essere infallibile ma sicuramente dimostrando maggiore serietà. La Lega proporrà infatti poche cose ma che siano realizzabili».

I commenti sono chiusi.