BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/2. “Campioni sotto le stelle”: con Cannavaro e Ferrara, il 30 agosto, ci sarà anche mister Lippi

Alla coppia formata da Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara si aggiunge un altro elemento fondamentale nella vittoria azzurra del 2006. Così martedì 30 agosto in piazza Battistero a Biella, in occasione della nuova serata di “Campioni sotto le stelle”, l’evento voluto dall’Amministrazione comunale, ai due ex calciatori presenti in città, si aggiungerà in collegamento Marcello Lippi. Il tecnico campione del mondo rappresenta al meglio la tipologia dell’allenatore-manager, il capofila moderno di quella razza di “mister” che non sanno stare solamente sul prato dei campi da gioco, ma riescono anche a districarsi al meglio di fronte a telecamere o consigli di squadra, grazie a doti di cultura e signorilità che si lasciano alle spalle la vecchia immagine dell’allenatore uso solamente alle panchine.
Nato a Viareggio nell’aprile del 1948, da giocatore viene ricordato soprattutto come un buon libero della Sampdoria. Proprio con le giovanili del club blucerchiato comincia la sua faticosa carriera di allenatore, passata in gran parte fra i vari club minori d’Italia. L’anno fondamentale nella sua carriera è il 1994 quando, dopo una lunga gavetta, passata a viaggiare fra i vari campi da calcio disseminati nell’intero “Stivale”, approda finalmente alla panchina della Juventus. L’avvio è dei migliori: arriva subito lo scudetto (saranno tre in cinque stagioni). A questo poi si devono aggiungere una Champions League (per alcuni tifosi un riconoscimento ancora più importante dello stesso scudetto), una Supercoppa europea, l’Intercontinentale, una Coppa Italia e due Supercoppe italiane.
Nel 1999 Lippi passa all’Inter di Moratti, ma la crisi che erode la compagine milanese ha radici molto profonde e non basta certo un pur ottimo allenatore a risolvere, come fosse una panacea, tutti i mali. La riscossa arriverà ancora con la maglia bianconera e il doppio scudetto del 2001-02 e ’02-03. Una nuova avventura è però alle porte e regalerà a Lippi una delle soddisfazioni più grandi della sua carriera. Dopo la grande delusione della nazionale agli europei di Portogallo 2004, Marcello Lippi è subentrato alla guida degli azzurri, sostituendo Giovanni Trapattoni. Due anni di intenso lavoro, in cui il tecnico ha puntato a forgiare prima di tutto un gruppo coeso, hanno portato a un risultato straordinario e storico: ai mondiali di Germania 2006 la nazionale di Lippi si laurea con grande merito campione del mondo, per la quarta volta nella sua storia. Uno dei meriti maggiori del tecnico fu quello di cementare il gruppo: un gruppo che regalò un’emozione straordinaria in un’estate in cui si usciva dall’inferno di Calciopoli, in un momento storico-sportivo in cui il movimento era vicino al collasso.
In questo nuovo appuntamento con “Campioni sotto le stelle” proseguirà anche la collaborazione con il corso di laurea triennale in Scienze Motorie curriculum Calcio dell’Università Telematica San Raffaele. Come accaduto in occasione della serata in cui Javier Zanetti e Ivan Ramiro Cordoba hanno raccontato lo storico Triplete dell’Inter, durante l’evento con Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara saranno collegati da remoto gli studenti del corso. “Un’occasione qualificata per far conoscere ai nostri studenti gli aspetti professionali e culturali del mondo del calcio, affrontati direttamente dai loro protagonisti – spiega il presidente del Corso di studi, il prof. Fabio G. Poli –. Il calcio rappresenta una concreta opportunità di lavoro per i giovani, per la quale occorre prepararsi adeguatamente. La straordinaria disponibilità del Comune di Biella, tramite il suo Assessorato allo Sport, e del prof. Alciato confermano il ruolo di centralità che una Amministrazione Pubblica può e deve rivestire nella formazione dei giovani, non soltanto del proprio territorio”. La serata vedrà come sempre in cabina di regia il giornalista e scrittore biellese Alessandro Alciato, L’evento è reso possibile grazie al coordinamento della Pro loco Biella-Valle Oropa.

I commenti sono chiusi.