BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO. Presentata a Torino l’edizione 2022 di “Bolle di Malto”. Appuntamento dal 25 al 29 agosto

Uno degli appuntamenti più attesi nel panorama di “Biella estate 2022″ è senza dubbio rappresentato da “Bolle di Malto”, previsto in città dal 25 al 29 agosto. La rassegna, presentata nei giorni scorsi a Palazzo Lascaris a Torino con la presenza del presidente del Consiglio regionale del Piemonte, del consigliere regionale, dell’assessore regionale alla Cultura, Turismo e Commercio e del vice presidente SlowFood Italia Federico Varazi, nasce nel 2015 da una idea di Marta Florio e Raffaele Abbattista come evento del territorio biellese e dal 2018 diventa evento Nazionale: Bolle di Malto è l’appuntamento dedicato alle birre artigianali italiane di qualità.
I protagonisti sono i birrifici artigianali italiani chiamati a soddisfare il palato del pubblico con proposte genuine a base di ingredienti selezionati. Il programma include concerti di musica live, incontri con esperti e laboratori del gusto dove sperimentare la gastronomia locale. Tanti anche gli stand di Street food per rifocillarsi con piatti e ricette della tradizione. Insomma, un’occasione imperdibile per scoprire le potenzialità del territorio e condividere i piaceri e la cultura della birra artigianale e del buon cibo con gli amici. In soli 5 anni la manifestazione è diventata punto di riferimento per i Birrifici Artigianali: superando le 90.000 presenze è la più grande rassegna brassicola italiana e uno degli eventi più rilevanti di tutto il Nord Italia. Inserito dalla regione Piemonte nei 10 eventi più rappresentativi, oggi Bolle di Malto è un evento che coinvolge tutta la città con iniziative culturali e di attrazione soprattutto da avventori di moltissime regioni d’Italia.
L’assessore al Commercio e sviluppo economico evidenzia come l’enogastronomia sia un motore fondamentale per il turismo. Nello specifico “Bolle di Malto” rappresenta un veicolo importante di cultura brassicola (soprattutto nei confronti dei giovani), che tramanda i valori dell’artigianato dei mastri birrai locali. Nelle edizioni precedenti le kermesse è lentamente cresciuta, insieme alla città, diventando un punto di riferimento non solo per i biellesi, dimostrandosi in grado di attrarre molto turismo proveniente da fuori regione e di rappresentare un’importante occasione di intrattenimento per i giovani. Un plauso particolare per gli organizzatori che quest’anno hanno dedicato un premio al “Birrificio sostenibile 2022” in piena sinergia con le linee guida di “Biella Città creativa Unesco” e la relativa Agenda 2030.
Il premio “Birrificio sostenibile 2022” non è l’unico indetto per questa edizione di “Bolle di Malto”. Infatti, per valorizzare il lavoro dei birrifici artigianali italiani e le loro creazioni, sono stati indetti anche “Birra creativa 2022” – premio dedicato alla birra che la giuria selezionerà come più creativa per la scelta stilistica e le materie prime utilizzate – e “Mastri Birrai in collaborazione 2022” – premio dedicato ai Mastri Birrai che la giuria selezionerà meritevoli per la collaborazione avviata al fine di creare una nuova proposta, frutto di una contaminazione di stili e ingredienti.
La sesta edizione di “Bolle di Malto” sarà un’occasione imperdibile per tornare a condividere i piaceri e la cultura della birra artigianale e del buon cibo con gli amici. Inoltre quest’anno ci saranno due grosse novità, con il lancio di “Casa Bolle” e di “Arena Bolle”. La prima sarà un’area dedicata agli approfondimenti culturali, dove si terranno talk inerenti il mondo della birra in collaborazione con Slow Food e Union Birrai. Inoltre, si potrà partecipare ai corsi dedicati alla birra con esperti professionisti. Un momento in grado di fornire un punto di incontro tra le Istituzioni, gli sponsor e gli esperti o amatori del settore. “L’arena Bolle” sarà un momento di natura fieristica che porterà a Biella centinaia di professionisti del settore, italiani e esteri. Un’occasione per incontrare oltre 60 mastri birrai provenienti da tutta Italia, un evento dedicato ai distributori, ai publican, ai professionisti e a tutti coloro che amano la birra artigianale e desiderano viverla e raccontarla con passione.
“Il premio Nobel Josè Saramago direbbe ‘Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre’ – spiega uno degli artefici di Bolle di Malto Raffaele Abbattista -. Ed eccoci qui con il sorriso che sa di ripartenza, dopo due anni di sosta in cui i nostri volontari si sono dedicati all’emergenza, riprendiamo quel viaggio dal nome di Bolle di Malto ripartendo dalla nostra piazza, dalla nostra città. Bolle di Malto 2022 è un evento colmo di tantissime novità: Casa bolle, Arena bolle, gli Stati Generali della birra artigianale italiana, le collaborazioni e le partnership con Terra Madre-Salone del Gusto e SlowFood, la guida alle birre d’Italia e tante tante altre news, ma allo stesso tempo è fiero delle sue radici e del suo cuore e rimane fedele al progetto di ‘Biella Capitale della birra artigianale italiana’. Questo vogliamo essere con Bolle di Malto, un traino, un volano per il nostro territorio e per i gustosissimi prodotti locali, per le nostre montagne e per le nostre imprese turistiche. Grazie a tutti quelli che come noi ci credono”.

I commenti sono chiusi.