BI24_2010/2020_DAL OSPEDALE. Un’unità di monitoraggio in Emodinamica: al via la gara di generosità a favore della Cardiologia

L’Asl di Biella ha avviato una nuova raccolta fondi dedicata alla Cardiologia – Utic del proprio Ospedale. Il progetto sarà lanciato pubblicamente in occasione del “RallyLana” dal pilota di rally Pierangelo Tasinato, già ideatore nel 2021 dell’iniziativa “Una mano sul cuore”, grazie anche al supporto dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella. L’obiettivo è un’importante implementazione tecnologica da destinare alle attività della Cardiologia e della Chirurgia Vascolare ed Endovascolare biellesi: un’unità di monitoraggio per l’Emodinamica (poligrafo multiparametrico).
Un traguardo importante, dal valore di 30.000 euro, che sarà possibile tagliare con il contributo di tutti. “Una mano sul cuore – Cardiologia di Biella 2022”, la nuova “gara di generosità”, è aperta a ogni realtà del territorio, club di servizio, società sportive, aziende e privati cittadini, che vorranno sostenerla anche tramite iniziative proprie, quali per esempio raccolte, tornei, iniziative solidali, spettacoli o altri appuntamenti finalizzati alla donazione. Un invito corale quindi nel segno del successo del progetto dello scorso anno, a beneficio della comunità biellese.
L’integrazione di dispositivi tecnologici all’avanguardia sta supportando la crescita dell’attività cardiologica biellese. Per quanto riguarda la cardiologia interventistica coronarica effettuata all’Asl di Biella, la proiezione è di terminare il 2022 con circa 700 interventi, con incremento del 15% circa rispetto al 2019 (anno di riferimento pre pandemia), per un totale di 1.200-1.250 coronarografie diagnostiche, oltre a circa 130 infarti acuti che si stima saranno trattati in sala. Un’attività che è possibile sostenere e incrementare ulteriormente. «Di fronte a questa crescita dei volumi i device ci permettono di aumentare la complessità delle procedure e, di conseguenza, di offrire un servizio assistenziale migliore alla cittadinanza biellese», afferma Andrea Rognoni, Direttore della Struttura Complessa Cardiologia-Utic.
_L’unità di monitoraggio per l’Emodinamica
Specifica Rognoni: «Il poligrafo multiparametrico, grazie alle sue caratteriste tecniche specifiche, consente lo studio di determinate patologie quali valvulopatie aortiche e mitraliche. Negli ultimi mesi in Ospedale abbiamo infatti avviato un sistema di screening di alcune di queste, la stenosi aortica e l’insufficienza mitralica, per le quali lo strumento garantisce un referto rapido e preciso rispetto ai parametri indicati dalle linee guida internazionali per la correzione della patologia. Nello stesso periodo è iniziata anche l’attività di trattamento percutaneo della stenosi aortica».
«L’incremento del numero di procedure di cardiologia interventistica dalla fine del 2021 in Ospedale ha reso necessario l’utilizzo di strumenti e l’avvio di metodologie che aumentano la complessità di trattamento dei pazienti – aggiunge Rognoni – Per questo motivo l’acquisto di un’unità di monitoraggio per la sala di Emodinamica permetterebbe un’implementazione delle nostre procedure, per effettuarle in maniera più snella e rapida».
_Come donare
La macchina si è già messa in moto: per raggiungere tutti insieme il traguardo del progetto “Una mano sul cuore – Cardiologia di Biella 2022” è possibile donare tramite: Associazione Amici dell’Ospedale di Biella, Codice Fiscale 90063120027, Iban Banca di Asti IT16B0608522300000001000314; Iban Banca Sella IT56F0326844430052117928350; causale “Ospedale di Biella, Cardiologia 2022”.

I commenti sono chiusi.