BI24_2010/2020_IN POCHE PAROLE. Felice Vecchione: “Le elezioni? Serve riaffermare sovranità popolare e ripudio della guerra”

_Felice Antonio Vecchione
Abbiamo avuto un regime fascista “di fatto”, supportato da un Minculpop “di fatto”. Sono mali estremi e l’unico rimedio estremo possibile sarebbe il successo di un nuovo movimento, o almeno un cartello, necessariamente ‘ampio’ (quindi senza ulteriori obiettivi potenzialmente divisivi) che potrebbe chiamarsi, ad es., 1/11, a sottolineare gli articoli della Costituzione che sono stati calpestati e traditi e che vanno assolutamente riaffermati: sovranità popolare e ripudio della guerra. E nessuna preclusione su chiunque volesse aderire.

I commenti sono chiusi.