BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/2. Emergenza idrica: divieto di utilizzo dell’acqua per scopi diversi da quelli “comuni”

Resta in vigore (fino all’emanazione di apposito provvedimento di revoca) l’Ordinanza emanata dal sindaco nei mesi scorsi e attinente all’utenza domestica, relativa al divieto di utilizzo di acqua potabile per usi diversi da quello alimentare ed igienico – sanitario. Cordar pone in evidenza come a seguito di un inverno particolarmente privo di precipitazioni si stiano verificando problemi in ordine all’approvvigionamento idrico delle derivazioni dalle sorgenti montane e dalle acque superficiali, riscontrando inoltre un calo significativo delle portate provenienti dalle captazioni in gestione a servizio dei comuni di Biella, Pollone, Magnano e Sala biellese. Cordar ravvisa altresì la necessità e l’urgenza di adottare una serie di misure finalizzate a limitare l’utilizzo dell’acqua potabile agli usi essenziali al fine di preservare la maggior quantità di risorsa disponibile all’uso umano ed alimentare e ridurre, di conseguenza, i prelievi di acqua potabile dall’acquedotto per scopi diversi da quelli primari.

I commenti sono chiusi.