BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. Grande successo per il “Graziani Football Academy Summer camp”: 90 ragazzini impegnati per 4 giorni

Un grande successo”. Sono molto soddisfatti il vicesindaco Giacomo Moscarola e la Foundation Manager di Fondazione Fila Museum Annalisa Zanni per la riuscita del “Ciccio Graziani Football Academy Summer Camp” che si è concluso oggi. Durante i quattro giorni dedicati al calcio hanno partecipato al camp una novantina di ragazzi di età compresa tra i 6 e i 16 anni. L’obiettivo era quello di trasmettere i valori di sport “pulito”, di collaborazione, di lavoro di squadra e di educazione tra i ragazzi. Il bomber del Torino, che a fine anno festeggerà il 70° compleanno, è da tempo Ambassador della Fondazione FILA Museum. Proprio la Fondazione, con la collaborazione dell’Asd Biellese 1902, concessionaria della struttura sportiva di Corso 53° Fanteria, ha organizzato il “Summer camp Ciccio Graziani”.
Da anni la “Ciccio Graziani Football Academy” si propone di aiutare i ragazzi a coltivare la passione per il calcio senza ricevere alcuna pressione dall’esterno. In virtù della sua esperienza in ambito calcistico e giovanile, Ciccio lavora fianco a fianco con allenatori ed istruttori per condurre allenamenti personalizzati e dispensare consigli a chi scopre il pallone per la prima volta. Un’occasione di crescita per tutti. Il Camp non riguarda solo il calcio giocato, ma mira all’importanza delle regole comportamentali e ai sani valori dello sport. Chi meglio di un campione del mondo per approcciare a una nuova disciplina.
L’assessore allo Sport Giacomo Moscarola sottolinea come la “presenza in città del “Ciccio Graziani Football Academy Summer Camp” abbia rappresentato un evento di elevata qualità tecnico-sportiva ed organizzativa, in grado di promuovere la disciplina del calcio, nonché l’immagine del territorio biellese e della Regione Piemonte a livello nazionale”.
Francesco Graziani, indimenticato campione del Mondo nel 1982 con l’Italia di Bearzot, capace di disputare in serie A 352 partite, la maggior parte delle quali con la maglia granata, con cui ha realizzato 122 reti (le altre sono arrivate indossando la casacca di Roma e Fiorentina) dice: “A Biella mi trovo sempre benissimo: è una città meravigliosa. L’anno scorso andai fino ad Oropa a piedi per contemplare la Madonna e ogni volta che ho la fortuna di tornarci mi rassereno: avete l’aria buona e la gente è meravigliosa”. E dal punto di vista tecnico? “In questi giorni – conclude Graziani – ho visto una mezza dozzina di ragazzi bravi, portati, predisposti per crescere bene, sia fisicamente, sia tecnicamente. Vediamo se riusciamo a premiarne qualcuno con un provino fatto bene”.
A Biella si è svolta la prima tappa (di tre) del “Ciccio Graziani Football Academy Summer Camp”. “Non potevamo non iniziare a Biella, città che ha dato i natali alla Fila e che tuttora ospita la Fondazione Fila Museum – afferma la Foundation Manager di Fila Annalisa Zanni -. Un nostro Ambassador, accompagnato da Renato Copparoni, dal figlio Gabriele Graziani e da Walter: un quartetto fantastico, che ha seguito in maniera esemplare i ragazzi. La prossima settimana saremo a Subiaco, la città dov’è nato Graziani”.

I commenti sono chiusi.