BI24_2010/2020_TRAGEDIA SULLA VERCELLI-BIELLA. Per la Procura di Vercelli, il colpevole dello schianto sarebbe Orellana

Tragedia sulla Vercelli-Biella: per la Procura della città bicciolana, il colpevole della morte di Raffaele Petrillo, Alessandro Messina e Carmine Marotta, i tre giovani biellesi deceduti nella notte del 5 giugno scorso, sarebbe Wellington Hernan Lanas Orellana, il 29enne ecuadoregno che era alla guida dell’altro veicolo.
Sotto l’influsso dell’alcol (e non della cocaina come sembrava in un primo momento) l’uomo avrebbe perso in controllo della sua auto e si sarebbe schiantato contro quella guidata da Stefano Tiani, l’unico ragazzo scampato alla morte, che però ancora oggi combatte per la sua vita all’Ospedale Maggiore di Novara.
I legali di Orellana, Giulio Canobbio e Federica Alì di Vercelli, si sono però opposti alle conclusioni del magistrato titolare del caso, la dottoressa Valeria Rey ed hanno richiesto che venga prodotta la cosiddetta “prova cinematica”, una sorta di incidente probatorio di cui dovrà occuparsi l’ingegner Roberto Bergantin, un vero esperto del settore, che per arrivare a delle conclusioni impiegherà però svariate settimane.

I commenti sono chiusi.