BI24_2010/2020_TRAGEDIA SULLA VERCELLI-BIELLA. La Procura, ha deciso di sequestrare i cellulari dei due conducenti

Dopo lo straziante rito dei funerali di Alessandro, Carmine e Raffaele e con il cuore sempre rivolto a Stefano, che a Novara lotta ancora per la propria vita, le indagini sul tragico incidente avvenuto otto giorni fa sulla statale Vercelli-Biella, in territorio di Busonengo, negli ultimi giorni hanno fatto registrare una piccola ma importante novità.
I cellulari di Stefano Tiani e del conducente dell’altro veicolo, Hernan Wllington Lanas Orellana, sono stati posti sotto sequestro per ordine della Procura, per cercare di capire se uno dei due conducenti, al momento dello schianto, fosse distratto dallo ‘smartphone’, come capita purtroppo ancora a tante, troppe persone, in troppe occasioni.
Nonostante la rabbia dei social, negli ultimi giorni, si sia scagliata pesantemente contro l’ecuadoregno, risultato positivo a quelche tipo di sostanza psicotropa (Alcol? Cocaina?), infatti, ad oggi la dinamica di quel disastro avvenuto otto giorni fa, ha ancora i contorni offuscati, anche alle Forze dell’Ordine che pure lavorano senza soluzione di continuità.

I commenti sono chiusi.