BI24_2010/2020_DALLA PROVINCIA. La Gran Traversata del Biellese si moltiplica, tra Trekking, trail e bike. Il 2 e 3 luglio, la sfida da 235 chilometri

Il 2 e 3 luglio la Gran Traversata del Biellese (Gtb), un percorso amato e vissuto dagli appassionati in ogni periodo dell’anno, andrà nuovamente in scena con un evento che alla sua prima edizione ha riscosso un grande successo. Anche quest’anno sarà dedicato alla corsa, e in particolare al trail, ma con una serie di accattivanti novità che lo arricchiranno. La seconda edizione sarà curata nuovamente da “Ki Run” in collaborazione con Pietro Micca Running, con una formula che, nel 2022, sarà totalmente rilanciata e arricchita.
Nel primo week end di luglio, infatti, il percorso ad anello, immerso nel verde, che parte dal Santuario di Oropa e si sviluppa lungo 235 chilometri toccando numerosi comuni della Provincia di Biella, sarà vissuto e frequentato non soltanto dai corridori dell’ultratrail, ma anche da chi vorrà partecipare facendo trekking o in pedalando in e-bike: una gamma di varianti che rendono l’idea ancora più inclusiva e condivisa con il territorio. Il trail sarà una staffetta ininterrotta, di circa 36 ore, che permetterà ai partecipanti di vivere l’emozione di percorrere caratteristici sentieri e strade bianche anche durante le ore notturne.
Per chi preferirà invece camminare, desideroso comunque cimentarsi con il percorso biellese della “Gtb” potrà farlo grazie a Nabumbo, una società sportiva dilettantistica che promuove attività sportive outdoor, attraverso l’organizzazione di escursioni di uno o più giorni, in Italia e nel mondo. I ragazzi di Nabumbo si prenderanno cura della versione trekking dell’evento, selezionando alcune tappe particolarmente rappresentative del territorio, con diversi livelli di difficoltà che permetteranno ai partecipanti di scoprire il Biellese a piedi. Skouty, start up che organizza esperienze in mountain bike legate allo sport e al turismo, spaziando dalla bicicletta allo yoga, alla scoperta delle eccellenze del territorio è un’altra esclusiva collaborazione di questa seconda edizione: con il coordinamento di Ludovico Bizzocchi, gli sportivi potranno sostenere il percorso in e-bike guidati da Accompagnatori Cicloturistici della Regione Piemonte; il percorso è programmato quasi interamente su quello originario. Trattandosi di un percorso molto più veloce rispetto al trail, chi opterà per la bicicletta a pedalata assistita effettuerà delle soste per fare in modo che l’arrivo ad Oropa di domenica sia coordinato e praticamente simultaneo per tutte le discipline.
Per il trekking e la bike, a differenza del trail, è infatti prevista la pausa per la notte. La Gran Traversata del Biellese è suddivisa in 57 tappe, a loro volta raggruppate in 15 segmenti, pensati per essere percorsi da un escursionista mediamente preparato in modo agevole. Questa sua caratteristica la rende versatile e consente di creare tappe diverse per rendere i tre eventi contemporanei appassionanti e ricche di emozioni. L’evento, non competitivo, creato sulla Grande Traversata del Biellese si colloca all’interno di ‘Tep23’, progetto di promozione del territorio attraverso eventi di podismo che nasce anche con la spinta di un bando del Gal Montagne Biellesi. Il Presidente del Gal Francesca Delmastro Delle Vedove testimonia quanto importante sia coinvolgere il territorio attraverso eventi di questo tipo: “Questo progetto si cala perfettamente nella logica della collaborazione e della messa in rete delle sinergie e delle opportunità che il Gal promuove da sempre. Sono molto lieta di vedere come certe iniziative, nate anche sulla spinta di fondi europei, specie nel dopo pandemia, facciano da volano al territorio e alla sua scoperta, sia per chi lo vive sia per chi lo visita arrivando da fuori. Non mi stupisce che iniziative come questa nascano nel Biellese, un territorio perfetto per questo tipo di eventi: è naturale che avvengano qui perché si sposano perfettamente con la vocazione naturalistica del territorio e il Gal non poteva che essere co-protagonista di un evento che si svolge e promuove le montagne biellesi”.
“Siamo carichi di entusiasmo per questa nuova edizione – dice Roberto Narzisi, managing director di “Ki Run” e runner -, ed il fatto di aver incontrato lungo il sentiero della “Gtb” dei partner che sono impegnati nel territorio come Nabumbo e Skouty rafforza la convinzione che “Gtb” sia un valore per il biellese, che può e deve essere valorizzato in chiave turistica. Con questa iniziativa si allarga la prospettiva ad altre attività sportive oltre alla corsa. Crediamo che la forza e l’unicità di “Gtb” sia quella di essere allo stesso tempo un percorso lungo e vario, ma in effetti rappresentativo delle molte sfaccettature del territorio biellese”. Per quanto riguarda l’evento 2022, la versione trail presenterà la novità di due capotappa per ogni frazione, una donna e un uomo, che aggiungeranno colore e goliardia all’evento. Resta invece immutata la formula che prevede una lunga staffetta per l’intero percorso, della durata stimata di 36 ore. Sono previsti differenti livelli di difficoltà del tracciato e quindi anche la preparazione richiesta per affrontali sarà diversa. La partecipazione sarà gratuita per ciascuno dei tre eventi previa registrazione obbligatoria su un apposito form. Per informazioni: info@ki-run.it, info@nabumbo.com, info@skouty.com, oppure al 348.2888040.

I commenti sono chiusi.