BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Il presidente del gruppo Lega: “Recenti studi confermano la necessità dell’abbattimento selettivo dei lupi”

I più recenti studi compiuti da autorevoli esperti confermano la necessità di consentire l’abbattimento selettivo dei lupi che uccidono i nostri animali d’allevamento, come già avviene altrove. Il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte commenta i dati sui lupi diffusi oggi da Ispra, nell’ambito del progetto “Life WolfAlps Eu”, che ha evidenziato come gli esemplari siano in aumento – 950 quelli censiti nelle regioni alpine, circa 3.300 in Italia – e sia per questo diventata indifferibile la necessità di adottare su scala nazionale un piano di abbattimento selettivo sul modello francese e svizzero, come la Lega chiede anni.
E’ ora che il ministro Cingolani abbandoni i tentennamenti: serve agire e per farlo servono investimenti per proteggere le imprese agricole e gli allevamenti delle nostre montagne. Ogni giorno, ormai anche in pianura, si verificano predazioni e aumenta la paura, un’escalation che dobbiamo fermare a ogni costo. Anche oggi a Predosa, nella pianura alessandrina, un vitello appena nato è stato sbranato e ciò perché i branchi sono sempre più numerosi e aggressivi. Per la Lega Salvini Piemonte la tutela di allevatori e agricoltori è prioritaria.

I commenti sono chiusi.