BI24_2010/2020_DAL COSSATESE. Cossato: per Revello, alpino, niente tessera Ana perché “nemico politico” di Moggio e Corradino

_Stefano Revello
Non posso più iscrivermi all’Ana e al Gruppo Alpini di Quaregna Cossato perché il mio cappello Alpino, alla richiesta di iscrizione non era con i fregi giusti. Questo è quello che mi è stato detto dal capogruppo di Cossato quando ho cercato di rinnovare la mia tessera Ana un paio di anni fa . ( ora ho il cappello giusto grazie ad Un caro amico e un luogotenente degli alpini che mi hanno aiutato a creare il mio cappello originale dopo la modifica fatta il giorno del congedo).
Si sa che a Cossato gli Alpini e la Politica vanno a braccetto e io sono per loro un Alpino “scomodo”. Per non far polemiche ho mandato un email dicendo al presidente vabbè farò altro. Magari mi iscrivo in CroceRossa e così ho fatto e gli ho mandato una email per informarlo. Poi vedo all adunata di Rimini il consigliere comunale capogruppo della Lega , vicino al Presidente e capisco tutto.
Per me che gli Alpini e la politica a Cossato siano così per un possibile tornaconto elettorale è una cosa che non piace, ma si sa, a Cossato l’ingerenza della politica su molte associazioni è una cosa risaputa e da me sempre segnalata. Oggi però scopro che nello stesso gruppo c’è chi si mette per un giorno il cappello Alpino senza aver fatto il militare per sfilare a Rimini giusto per fare un po’ di festa e lo stesso presidente accetta questa situazione.
Poi sapendo che è un amico politico del Sindaco. E un leghista dichiarato… Beh ora capisco tutto. A Cossato finché ci sarà la politica dietro al cappello Alpino, io non potrò mai iscrivermi al gruppo e per questo nessuno mi iscriverà all Ana. Ma nulla mi ferma dal sentirmi un vero Alpino.

I commenti sono chiusi.