BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/2. I consiglieri Dem: “Psicologo a scuola: ascoltata la nostra proposta. Un primo passo per aiutare i ragazzi”

Nella discussione sul maxiemendamento al Bilancio sono stati accolti alcuni emendamenti proposti dal Gruppo consiliare del Partito Democratico finalizzati a migliorare il testo. In particolare, è stato approvato un emendamento del quale sono il primo firmatario che prevede uno stanziamento di 100 mila euro per ciascuno degli anni del triennio 2022-2024 destinati a promuovere e a sostenere l’attivazione di servizi di supporto psicologico nelle scuole di ogni ordine e grado attraverso convenzioni annuali stipulate tra la Regione e le Istituzioni scolastiche che assicurino la copertura di almeno il 50% dei costi sostenuti” spiega il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale.
“La pandemia – prosegue l’esponente dem – ha sviluppato in bambini e adolescenti problemi psicologici che richiedono un aiuto puntuale e costante da parte di esperti. I più giovani, in questi due anni, si sono trovati esposti a un fortissimo stress causato dalla mancanza di punti di riferimento, dall’isolamento, dall’assenza improvvisa di abitudini quotidiane, interazioni con i loro coetanei, contatti sociali. Con la ripresa dell’attività scolastica in presenza è fondamentale offrire loro un capillare supporto psicologico nelle scuole”.
“Gli effetti indiretti della pandemia – conclude il Presidente del Gruppo Pd – non possono essere sottovalutati e questo investimento consentirà di creare, all’interno degli istituti scolastici, punti di ascolto e di sostegno gestiti da professionisti per contrastare i disturbi psicologici e la diffusione degli stati d’ansia e d’angoscia che si sono registrati tra i giovani”.

I commenti sono chiusi.