BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/2. Il presidente ‘Dem’: “Condividiamo le battaglie sindacali per una nuova sanità pubblica”

I Presidenti dei Gruppi del Consiglio regionale hanno ascoltato oggi le rappresentanze sindacali del comparto sanità che, ancora una volta, hanno manifestato le proprie preoccupazioni sullo stato dei conti della sanità, sul tema del personale che continua a scontare il vulnus di un precariato che rende profondamente incerto il suo futuro lavorativo e, di conseguenza, altrettanto incerti i servizi per i cittadini e il recupero delle liste di attesa che, senza il potenziamento degli organici, rischiano di allungarsi e non di ridursi. Abbiamo più volte ribadito ai sindacati la nostra vicinanza e la comunanza di idee e battaglie per migliorare la sanità pubblica e abbiamo voluto farlo anche oggi. Il rispetto, l’attenzione e la gratitudine per il personale sanitario non possono e non devono cessare mai” spiega il Presidente del Gruppo Pd del Consiglio regionale.
“Due anni di pandemia – prosegue il Presidente Pd – ci impongono di ridisegnare profondamente il nostro sistema sanitario, adeguandolo alle trasformazioni e alle esigenze dei cittadini. Nulla di tutto questo sembra essere nelle intenzioni di questa Giunta regionale a vedere il bilancio che stiamo discutendo. Occorre una trasformazione completa del sistema sanitario e questa deve necessariamente basarsi su investimenti sul personale medico, infermieristico, di OOSS che lavorino negli ospedali, nelle Case della salute, negli ambulatori, occorre una rete ospedaliera moderna e efficiente, occorre investire sulla sanità pubblica. Adesso che l’emergenza pandemica si è allentata dobbiamo riprendere a valorizzare e supportare la prevenzione e la ricerca perché farlo significa investire sul futuro dei cittadini”.

I commenti sono chiusi.