BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/3. “Selvatica – Arte e Natura in Festival”: con ‘Kryptòs’, a Palazzo Gromo Losa iniziano gli incontri

Nell’ambito della nona edizione di “Selvatica – Arte e Natura in Festival”, aperta lo scorso 19 marzo nei tre complessi di Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e Palazzo La Marmora, che costituiscono il “Polo culturale di Biella Piazzo”, l’Auditorium e il cortile esterno di Palazzo Gromo Losa ospiteranno un ricco calendario di incontri e laboratori per famiglie, per approfondire il tema della natura in tutte le sue declinazioni. Domani, venerdì primo aprile, nell’auditorium di Palazzo Gromo Losa, alle 21, si terrà l’incontro “L’arte di ingannare. Un viaggio nel mimetismo tra natura, arte e scienza” con i naturalisti Emanuele Biggi e Francesco Tomasinelli, curatori dell’esposizione scientifica Kryptòs. Inganno e mimetismo nel mondo animale” visitabile nelle sale di Palazzo Gromo Losa.
In natura nulla è come sembra e l’inganno è l’unica costante. Mimetizzarsi non vuole dire solo nascondersi, ma fingere di essere qualcosa di diverso; gli animali assumono forme e colori di quanto li circonda, oppure spaventano i nemici con colorazioni vistose. Ci sono mantidi religiose che si travestono da fiore, ragni che fingono di essere escrementi di uccello e rane con linee che ne spezzano la sagoma, rendendole irriconoscibili. Nel corso di questo incontro saranno esaminati alcuni dei casi di camuffamento più clamorosi in natura, senza tralasciare l’impatto che questi hanno avuto sul pensiero umano. Alcune di queste soluzioni naturali, infatti, evidenziate dai naturalisti dei primi del Novecento, sono state “rubate” dall’arte e soprattutto dalle scienze militari negli ultimi cento anni.
Dopo l’incontro si potrà visitare la mostra “Kryptòs. Inganno e mimetismo nel mondo animale”, che racconta le tecniche di mimetismo con una selezione di animali vivi molto speciali: rane, piccoli gechi, insetti foglia, mantidi e ragni con livree sorprendenti, presentanti all’interno di grandi terrari arredati che riproducono l’ambiente naturale delle specie ospitate (tutte nate in cattività e non pericolose). Emanule Biggi è fotografo di natura e membro di Ilcp (International League of Conservation Photographers), un gruppo internazionale che lavora per la salvaguardia delle specie a rischio di estinzione. Da sempre prova meraviglia e stupore per gli animali meno conosciuti come che cerca di mostrare a tutti tramite le sue fotografie, i suoi articoli, le conferenze e mostre scientifiche a tema nei maggiori Musei scientifici italiani, assieme a Francesco Tomasinelli. Ha collaborato con riviste di settore nazionali ed internazionali e le sue fotografie sono state premiate e menzionate da premi internazionali di fotografia e dal 2013 è conduttore televisivo della trasmissione Geo, in onda su Rai 3 assieme a Sveva Sagramola.
Francesco Tomasinelli è stato da sempre affascinato dalla natura, soprattutto dalle sue espressioni più insolite. Ha lavorato in Italia e negli Stati Uniti in grandi acquari, per poi dedicarsi all’editoria, alla divulgazione scientifica e alle consulenze ecologiche e ambientali Come fotogiornalista collabora con diverse case editrici e riviste, soprattutto nel settore scienza e turismo, oltre che con agenzie fotografiche in Italia e all’estero. Assieme al comico di Zelig Antonio Ornano ha inventato un format di divulgazione scientifica che è stato portato in teatri, musei e festival in tutta Italia. È autore di cinque libri:”Vado a vivere in città”, “Predatori del micro cosmo” (con Emanuele Biggi), “Oro verde”, “Evoluzione” e “Ragni e insetti dal mondo”. Con Emanuele Biggi ha curato diverse mostre scientifiche-espositive.
_GLI ALTRI INCONTRI
Nella mattinata di venerdì 8 aprile:
‘Vèrmut’, tre giorni di cultura sensoriale per i golosi di bellezza dedicati al vino inventato dal biellese Antonio Benedetto Carpano, fa tappa a Selvatica con due incontri che si terranno nell’auditorium di Palazzo Gromo Losa: “Mistero Vèrmut. La vita e l’opera di Antonio Benedetto Carpano tra alchimia, storia e leggenda”, a cura di Danilo Craveia (Archivista DocBi – Centro Studi Biellesi), Sara Cannizzaro (Brand Ambassador Carpano) e Marco Ponzano (Responsabile Collezione e Torre Branca) Inoltre si terrà anche il seminario “Stile Vèrmut. Arte, design, marketing” con Fulvio Piccinino (Autore de “Il Vermouth di Torino”), Marcello Trentini (Chef di Magorabin di Torino e autore dei DelMago Drinks). I seminari sono gratuiti e su invito e sono in collaborazione con Fratelli Branca Distillerie, Saperebere.com, DelMago Drinks, DocBi – Centro Studi Biellesi, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Palazzo Gromo Losa, IIS “Eugenio Bona” e IIS “Gae Aulenti”.
Sabato 9 aprile, dalle 14.30 alle 17.30: nel cortile esterno di Palazzo Gromo Losa si terrà il laboratorio per famiglie “Dentro ai nostri fiumi”, stand interattivo aperto a tutti con esperimenti e giochi sul tema della conservazione e biodiversità dei fiumi, L’iniziativa è a cura del Centro Alpstream – Centro per lo studio dei fiumi alpini (Parco del Monviso & Upo, Unito, Polito). La creazione del centro e la sua gestione sono finanziate dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr, programma Interreg Alcotra 2014-2020. Partecipazione gratuita.
Venerdì 22 aprile, alle 21: nell’auditorium, il fotografo e documentarista del “selvatico” Paolo Rossi presenterà i libri Le ombre tra i faggi (2019), dedicato a lupi e caprioli delle zone più selvagge dell’Appennino, Felis Gatto Sarvaego (2020), con le prime immagini di gatti selvatici europei sull’Appennino delle Quattro Province, e il documentario Sopravvissuti all’Homo sapiens (19’), che prova a rispondere a una curiosità che ossessiona da anni l’autore e il suo collega Nicola Rebora: “Come fecero volpi, faine e gatti selvatici a resistere tra le montagne dell’Appennino delle Quattro Province negli anni di massima espansione della civiltà rurale?”. L’evento è a cura del Cai – Sezione di Biella. Info e prenotazioni: segreteria@caibiella.it | 015 21234 (orari: martedì 13.30-18.30/20.30-21.30 – giovedì 13.30-16.30 – venerdì 13.30-19.00).
Domenica 22 maggio, alle 18: l’auditorium ospiterà la presentazione del libro di Mia Canestrini ““La ragazza dei lupi. La mia vita selvaggia tra i lupi italiani”. L’autrice dialogherà con Anna Regis, tecnico faunistico esperto nella gestione dei grandi carnivori sulle Alpi.
Nel mese di giugno invece, sempre nell’auditorium di Palazzo Gromo Losa, si terranno due incontri: mercoledì 8 giugno, alle 21, incontro con il fotografo naturalista Marco Gaiotti, che i suoi scatti ha partecipato all’edizione 2021 del Premio Glanzlichter, allestito nelle sale di Palazzo Ferrero. La serata è a cura del Fotoclub Biella. Sempre a cura del Fotoclub Biella, mercoledì 15 giugno, alle 21, si terrà “A tu per tu con la natura – Proiezioni fotografiche”. Info e prenotazioni: bottoam@gmail.com | Whatsapp/SMS 338.4773670.
Per info e prenotazioni, se non precedentemente indicato, scrivere a info@selvaticafestival.net oppure chiamare 015.0991868. Orari: sabato e domenica, 10/19; 18 (Pasquetta) e 25 aprile, primo maggio e 2 giugno, 10/19; chiuso 17 aprile (Pasqua). Biglietto unico d’ingresso per le tre sedi espositive. Il biglietto è valido per un solo ingresso alle sedi espositive e ha validità per tutta la durata dell’apertura delle mostre. Intero: 7 euro, Ridotto 5, Under 25, gratuito. Biglietto ridotto: Over 65, gruppi di almeno 12 persone, studenti universitari con tesserino, Soci Fai, Soci Wwf, Amici di Castelli Aperti, Soci Plein Air, Soci Touring Club Italiano, CartaEffe Feltrinelli, Aigo Card e Soci Aigo, biglietto Giardino Botanico di Oropa, biglietto visita guidata alla Conca dei Rododendri (Oasi Zegna). Biglietto gratuito: Under 25, disabili + 1 accompagnatore, insegnanti se accompagnano una classe, Abbonamento Musei Piemonte Valle d’Aosta, Voucher Museo Banca di Asti, giornalisti con tesserino, guide turistiche con patentino.
Selvatica + mostra “Kryptos”. Inganno e mimetismo nel mondo animale” (Palazzo Gromo Losa). Intero: 10 euro, ridotto 8; Speciale bambini e ragazzi 3-25 anni: 3 euro. Per informazioni: Palazzo Gromo Losa Srl – c/o Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, via Garibaldi 17; http://www.selvaticafestival.net; info@selvaticafestival.net; 015.0991868; https://www.facebook.com/Selvatica.Arte.e.Natura.in.Festival/; https://www.instagram.com/selvatica_festival/.

I commenti sono chiusi.