BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/1. “Stage di Qualità”: attivati diciassette tirocini, Il progetto si rivolge ai giovani laureati in cerca di lavoro

Alla presenza del sindaco di Biella Claudio Corradino e dell’assessore alle Politiche giovanili Gabriella Bessone è stata presentata nella sala Consiliare di Palazzo Oropa l’edizione numero 12 degli “Stage di Qualità”. Il progetto è nato dal confronto tra l’Informagiovani dell’assessorato delle Politiche Giovanili del Comune di Biella e il Centro per l’Impiego ed è stato riproposto negli anni successivi grazie alla collaborazione tra numerosi enti biellesi. È apprezzato sul territorio e rappresenta un efficace modello di incontro tra le esigenze del mondo dell’impresa e dei giovani con alta formazione alla ricerca di opportunità di lavoro.
Le dichiarazioni dell’assessore alle Politiche giovanili Gabriella Bessone: “Il progetto offre ai giovani con formazione universitaria l’opportunità di svolgere un tirocinio di sei mesi in aziende biellesi, con un riconoscimento economico a partire da 700 euro mensili. I numeri delle passate edizioni sono confortanti: abbiamo riscontrato 1.746 candidature di ragazzi, coinvolto 129 aziende e attivati 254 tirocini. E’ molto importante che quasi il 70% degli stage si sia concluso con una proposta di prosecuzione con contratto di lavoro. Questo progetto rappresenta dunque un modello efficace per l’approccio tra mondo dell’impresa e giovani formati: offre agli stagisti l’occasione di arricchire in modo significativo le competenze professionali, di farsi conoscere dalle imprese del territorio, di trovare opportunità di lavoro.
Lo scorso anno, pur con i disagi dovuti all’emergenza covid, il progetto si è rinnovato, ponendosi l’obiettivo sia di dare continuità alla formula già collaudata, sia di sostenere le aziende che intendono investire in termini di sostenibilità, innovazione, sperimentazione, creatività, così importanti per la crescita del territorio. A tale scopo sono state proposte specifiche borse destinate a progetti su aree innovative ed emergenti e sono state ammesse le candidature di giovani sia residenti nel Biellese, sia in altri territori. A inizio 2022 abbiamo attivato 17 tirocini, di cui sei con profili tecnici, molto ricercati dalle aziende locali, ma di difficile reperimento”.
Il comune di Biella è il promotore del progetto e lo realizza grazie al sostegno dei Rotary Club di Biella, Valle Mosso, Viverone Lago e Distretto 2031; della Banca Simetica Spa; del Gruppo giovani imprenditori dell’Unione Industriale Biellese e di CNA, Confartigianato, Confcooperative Piemonte Nord e Legacoop. Hanno collaborato pure il Centro per l’Impiego, Città Studi Biella, Camera di Commercio, Ascom, Gi-Group e Randstad.
Franco Fogliano, presidente del Rotary Club Biella dice: “Ci siamo occupati insieme agli altri Rotary di questo progetto perché ci è parso che il contesto contemporaneo di decremento demografico, crisi economica ed occupazionale, imponesse di prendere l’argomento in considerazione in maniera primaria. Altri potevano essere i filoni d’intervento, ma in questo momento storico, acuito dalla pandemia, ci sembrava strategico. Inoltre abbiamo considerato che essendo stati i risultati ottenuti decisamente confortanti (l’85% dei tirocinanti sono stati assunti), il finanziamento elargito abbia dato sempre ottimi frutti. Continuiamo a supportare il progetto, auspicandone la prosecuzione anche in futuro”.
Gli fa eco il presidente del Rotary Club Valle Mosso Maurizio Ribaldone: “Una presentazione lodevole, che va a braccetto con il lavoro svolto. Noi abbiamo l’obiettivo di investire sul territorio e il Biellese ha bisogno di avere giovani che trovino lavoro qui ed entrino nelle nostre aziende. Siamo contenti di poter partecipare attivamente alla riuscita del progetto”. Conclude il presidente del Rotary Club Viverone Lago Alberto Dovana: “Al di là della ricaduta economica, assolutamente importante e da rimarcare, una delle linee d’azione del Rotary va al sostegno dei giovani nella formazione lavorativa: questo progetto permette loro di formarsi e di veder coronato un inizio d’attività lavorativa che, a parer mio, non è poco”.
Il commento di Paolo Monfermoso, segretario Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese: “Grazie all’Assessore Bessone, all’Informagiovani e a tutti i partner, è stato possibile portare avanti negli anni questo progetto molto importante per i giovani e per il territorio. Da sempre l’Uib sostiene gli Stage di Qualità perché è un’iniziativa utile a fare toccare con mano ai ragazzi la realtà delle imprese biellesi: così, con l’esperienza diretta, è possibile fare scattare l’entusiasmo nei giovani per la manifattura. Oggi più che mai il mondo del lavoro è cambiato e sono in aumento le richieste di nuove figure professionali: è un’opportunità preziosa per i giovani”. Alla conferenza è intervenuta pure Stella Scialpi, di Banca Simetica Spa, che spiega: “Siamo al vostro fianco fin dagli esordi. Ci abbiamo sempre creduto e speriamo che ci possano essere altre edizioni. L’auspicio è che i giovani possano reagire a questo periodo, uscire di casa e tornare a vivere. Noi ci saremo”.

I commenti sono chiusi.