BI24_2010/2020_DALLA REGIONE PIEMONTE/1. Mosca, Lega: “Quasi 700mila euro al Biellese, per i danni provocati dall’alluvione”

Quasi 700mila euro al Biellese per gli interventi di ripristino delle opere pubbliche danneggiate dall’alluvione del 2019: ecco la ripartizione dei contributi per la Provincia di Biella e i sedici comuni beneficiari. «Una nuova tranche di finanziamenti che permetterà di proseguire con l’azione di tutela dei nostri territori che la Regione a maggioranza Lega ha messo in cima alla sua agenda politica» dichiara il consigliere regionale biellese Michele Mosca.
«Grazie a questi fondi, all’efficace azione dell’assessore Marco Gabusi con il Ministero e al lavoro della II Commissione del Consiglio regionale del Piemonte presieduta dal collega Mauro Fava, potremo intervenire su strade, ponti, edifici pubblici e altre infrastrutture colpite dall’alluvione che nell’ottobre del 2019 ha flagellato la nostra provincia. Un nuovo stanziamento al quale ne seguiranno altri, permettendo di continuare con lo scorrimento della graduatoria e di rispondere così alle difficoltà che devono affrontare quotidianamente i sindaci sul territorio e alle richieste che arrivano dalle nostre comunità, in un periodo di repentini quanto allarmanti cambiamenti climatici».
Il contributo più importante, pari a 125mila euro, andrà alla Provincia di Biella per un intervento di ripristino della viabilità sulla SP 232/B “Baltigati-Curino”. Per quanto riguarda i Comuni, ad Ailoche sono destinati 50mila euro per il ripristino della viabilità pedonale comunale di accesso alla Frazione Piasca; ad Andorno Micca 50mila euro per interventi di sistemazione idrogeologica del bacino rio Turil a monte dell’abitato; a Campiglia Cervo 25mila euro per far fronte al franamento del versante prossimo alla strada comunale (da SP 100 a frazione Rialmosso); a Coggiola 7mila euro per intervenire sul movimento franoso lungo la strada comunale pedonale in frazione Fervazzo; a Cossato 60mila euro per interventi di messa in sicurezza della viabilità comunale tra Castellengo e Candelo; a Curino 20mila euro per interventi di regimazione acque superficiali e di messa in sicurezza della strada comunale Peuto; a Magnano 10mila euro per interventi di manutenzione idraulica sulla sponda destra del Rio Val Sorda in località Cascina Molina Valle; a Masserano 20mila euro per il consolidamento del versante di sottoscarpa della viabilità comunale in fregio al torrente Ostola; a Mezzana Mortigliengo 50mila euro per un intervento di disgaggio e realizzazione di un muro di contenimento lungo il versante in frazione Modalforno Superiore; a Pettinengo 17mila euro per interventi di regimazione acque superficiali e di messa in sicurezza della strada comunale in via per Zumaglia e sulla strada comunale della Rovella; a Portula 50 mila euro per sistemare il franamento di versante prossimo alla strada comunale frazione Gila; a Pray 65mila euro per il consolidamento del versante con interventi di ingegneria naturalistica (palificate doppie e semplici) e la realizzazione di una barriere di trattenuta in prossimità delle abitazioni e regimazione acque superficiali; a Rosazza 20mila euro per il ripristino della viabilità pedonale tra “Case Vittone e loc. Fornaca”; a Salussola 20mila euro per la realizzazione di opere di regimazione del nodo idraulico Bastia della roggia Garonna; a Strona 15mila euro per il consolidamento del versante e la regimazione delle acque superficiali in Frazione Gronda; infine a Valdilana 80mila euro per lo smottamento avvenuto in loc. Vioglio di Soprana.

I commenti sono chiusi.