BI24_2010/2020_DAI MAESTRI DEL LAVORO. Sono stati cinque, i biellesi insigniti in questi giorni a Torino con la “stella” al merito

Dopo oltre due anni di sosta per le note vigente della pandemia, sono state consegnate a Torino, in questi giorni, le Stelle al merito del lavoro, a livello regionale, fra i quali figurano cinque biellesi. I neo insigniti del nostro Territorio sono: Pierangelo Bertolone (Lanificio Cerruti, Biella, 41 anni di servizio), Elio Cecchini (Minox Dyeing srl, Portula, 43 anni di servizio, purtroppo scomparso lo scorso anno, presenti i figli), Stefania Ceppo (Banca Sella Holding Spa, Biella, 40 anni di servizio), Gianni Spada (F.lli Piacenza, Pollone, 43 anni di servizio) per l’anno 2020; Dario Duò (Gabba salumi srl, Candelo, 42 anni di servizio) per il 2021.
Visibilmente commossi per l’onorificenza ricevuta, hanno compreso in pieno il valore di tale riconoscimento che il Presidente della Repubblica ha voluto attribuirgli, come sottolineato dal Prefetto di Torino Raffaele Ruberto per il contributo dato alle aziende, ma di fare da ponte per divulgare alle nuove generazioni l’esperienza acquisita nei vari settori, in modo di far conoscere ed apprezzare il mondo del lavoro in tutte la sue sfumature professionali e comportamentali, per creare ricchezza non solo per il singolo individuo,ma per l’intera comunità,con un riferimento particolare alla sicurezza e alla formazione, punto cardine di qualsiasi attività.
Il Console Regionale dei MdL Carlo Serratrice nel congratularsi con tutti i neo MdL del Piemonte ha voluto ringraziare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la vicinanza ai MdL, dimostrata più volte nel corso degli anni. In quel momento, tutte le autorità militari e civili si sono alzate in piedi per dedicargli un grandissimo applauso. La mattinata si è conclusa con le consegne delle onorificenze da parte delle autorità intervenute. Erano presenti, oltre al Prefetto Raffaele Ruberto, il Console Regionale Carlo Serratrice, il Presidente Regionale dei Cavalieri del Lavoro Marco Boglione,il Presidente Ass. Nazionale Lavoratori Anziani Davide Montrucchio, il Direttore Territoriale Ispettorato del Lavoro Tiziana Morra, il Presidente del Consiglio Comunale di Torino Maria Grazia Grippo, in rappresentanza del sindaco di Torino Stefano Lo Russo, l’assessore Giovanna Pentenero, per il Presidente del Consiglio Regionale l’assessore Gianluca Gavazza, per il Presidente della Regione Piemonte Andrea Tronzano, che hanno consegnato a tutti i neo insigniti l’attestato della Presidenza della Repubblica e la Stella al merito.
Un momento veramente toccante della cerimonia è stato quando la speaker ha chiamato Elio Cecchini: “Ritira l’onorificenza il figlio Alberto perché deceduto”: un applauso spontaneo da far venire la pelle d’oca a tutta la sala, ha toccato il cuore di tutti, soprattutto dei figli. Alberto non ha nascosto le lacrime consapevole di aver avuto, attraverso queste testimonianze, un grandissimo padre. Al rompete le righe, il Console Provinciale di Biella Liborio Schillaci si è congratulato con i neo insigniti, ricordando che “il lavoro non è finito, ma incomincia adesso perché il titolo di MdL è una missione da portare avanti con entusiasmo, passione e competenze rivolto soprattutto ai giovani”.

I commenti sono chiusi.