BI24_2010/2020_DAL CAPOLUOGO/3. “Giornata della Memoria”: a palazzo Gromo Losa, una mostra sugli orrori di Auschwitz-Birkenau

In occasione del Giorno della Memoria, la città di Biella ospiterà la mostra documentaria “Auschwitz-Birkenau 1940-1945. Campo di concentramento e centro di messa a morte”, realizzata dal Mémorial de la Shoah di Parigi e diffusa nella sua versione italiana grazie al sostegno dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. La mostra sarà visitabile a Biella, a Palazzo Gromo Losa, dal 12 al 20 febbraio 2022.
Di tutti i centri di sterminio che i nazisti istituirono per gli ebrei, è Auschwitz quello che detiene il più alto bilancio di vittime: circa 1.100.000 persone vi trovarono la morte, di cui 875.000 uccise col gas al loro arrivo. Se gli ebrei rappresentano di gran lunga il gruppo principale delle vittime, ad Auschwitz furono uccisi, o morirono per le privazioni e torture subite, non meno di 70.000 polacchi non ebrei, più di 21.000 Sinti e Rom e più di 15.000 prigionieri di guerra sovietici, oltre a diverse migliaia di altre categorie di prigionieri. Avvalendosi di un’accurata cartografia e di una ricca documentazione iconografica, la mostra vuole ricostruire la storia del complesso concentrazionario e centro di sterminio di Auschwitz, con un approfondimento tematico sulle deportazioni dall’Italia. La narrazione proposta è rigorosa sotto il profilo scientifico, ma anche attenta a rivolgersi a un pubblico ampio, soprattutto ai giovani e al mondo della scuola.
La mostra sarà inaugurata sabato 12 febbraio, alle ore 10, e sarà visitabile nei giorni di sabato 12, domenica 13, sabato 19 e domenica 20 febbraio, dalle 10 alle 19. Da lunedì 14 a venerdì 18 febbraio, dalle 9 alle 14, rimarrà aperta per le scuole, alle quali saranno offerte visite guidate a titolo gratuito. Nel rispetto delle norme anti Covid-19, per l’accesso è necessario il Super Green Pass.

I commenti sono chiusi.